Palazzo a Mare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 40°33′30.24″N 14°14′05.61″E / 40.5584°N 14.234892°E40.5584; 14.234892

Palazzo a Mare
Civiltà Romana
Localizzazione
Stato Italia Italia
Provincia Napoli

Palazzo a Mare è un sito archeologico del versante nord dell'isola di Capri, nel golfo di Napoli.

È costituito dai resti ancora ben conservati di uno splendido palazzo (palatium) di origine imperiale, costruito probabilmente da Augusto[1][2][3] ed in seguito modificato da Tiberio[4]. Il palazzo era dotato anche di un ninfeo semicircolare e sembra fosse residenza estiva dell'imperatore. Secondo alcune fonti[senza fonte] vi sarebbe stato esiliato l'ultimo Imperatore Romano Romolo Augusto.

Gli edifici del complesso sono stati saccheggiati nel XVIII e XIX secolo[4]. Gli scavi della villa furono realizzati da Amedeo Maiuri a partire dal 1932[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maiuri
  2. ^ a b Carlo Knight, Sulle tracce di Augusto, duemila anni dopo in Corriere del Mezzogiorno, 24 agosto 2014. URL consultato il 02-09-2015.
  3. ^ Luca Di Franco, Capreensia disiecta membra. Augusto a Capri e la villa di Palazzo a Mare in I quaderni di Oebalus, Scienze e Lettere, 2015, ISBN 886687082X.
  4. ^ a b (EN) Roberta Belli, Roman villas: Palazzo a Mare - Capri su www.oebalus.it. URL consultato il 2015-09-02.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Maiuri, La Villa Augustea di "Palazzo a Mare" a Capri, Napoli, Rispoli, 1938.
  • Vincenzo Simeoli, Capri villa Palazzo a mare un'isola nell'isola. Storia dei coniugi Stepanow, Scienze e Lettere, 2015, ISBN 9788866870814.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]