Palazzo Zorzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Palazzo Zorzi
Municipio di Mel
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
LocalitàBorgo Valbelluna
Coordinate46°03′42.8″N 12°04′45.98″E / 46.06189°N 12.07944°E46.06189; 12.07944
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXVI secolo
Realizzazione
Proprietariocomune di Borgo Valbelluna

Palazzo Zorzi è una antico palazzo situato nel centro storico di Mel; costruito nel 1510, fu per secoli sede della Magnifica Comunità di Mel ed è ora municipio del comune di Borgo Valbelluna.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1422 la contea zumellese venne concessa alla famiglia Zorzi e nel 1622 lo zumellese Costantino Zorzi fu nominato consigliere del Serenissimo Ducal Dominio e portò la cittadina di Mel nelle grazie della Serenissima. Il ritratto del ben voluto signore di Mel (dal 1619 al 1642) Costantino Zorzi, accanto a quello della madre Lucrezia Zorzi, realizzato nel 1593 da autore ignoto per riconoscenza dell'attività svolta nella Magnifica Comunità di Mel, troneggia nell'attuale ufficio del sindaco della cittadina bellunese. Il palazzo inizia la linea continua di edifici che racchiudono la piazza nel lato occidentale, a tale linea appartiene anche il Palazzo delle Contesse. Di particolare interesse l'antico orologio della torre civica perfettamente funzionante.

Piazza di Mel lato sud ovest

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Sauro Francescon, Nino Sartori, Mel nella storia e nell’arte, Tipografia Piave, Belluno 1982, pp. 188-189, 284-287.
  • Erminio Mastellotto, Il Palazzo della Magnifica Comunità di Mel: 1510 e dintorni, in Miriam Curti, Gianluigi Dal Molin (a cura di), Il contado di Mel nel Cinquecento, atti del convegno, Lentiai 2012, pp. 13-23.
  • Miriam Curti, Luciano Riposi, Stemmi e antiche famiglie di Mel, Tipografia Piave, Belluno 2012, pp. 99-102, 236-244.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]