Palazzo Savelli (Albano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Savelli
Albano Laziale - corso di sopra - Palazzo Savelli - Sede Comune.JPG
La facciata su via Alcide De Gasperi
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneLazio
LocalitàAlbano Laziale
Coordinate41°43′45″N 12°39′31.33″E / 41.729166°N 12.658704°E41.729166; 12.658704Coordinate: 41°43′45″N 12°39′31.33″E / 41.729166°N 12.658704°E41.729166; 12.658704
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Usoresidenza comunale, servizi pubblici, rappresentanza, commerciale
Piani4
Realizzazione
ProprietarioComune di Albano Laziale
CommittenteFamiglia Savelli e Camera Apostolica

Palazzo Savelli è uno storico palazzo del centro di Albano Laziale, in provincia di Roma, nell'area dei Castelli Romani. Attualmente, ospita la residenza municipale del Comune di Albano Laziale.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia di Albano.
La facciata del palazzo verso corso Giacomo Matteotti.

Costruito nel Medioevo come fortezza lungo la via Appia, nel corso dei secoli si espanse occupando una vastissima superficie, inglobando i ruderi della Porta Pretoria e anche la chiesa di San Pietro Apostolo, dietro alla quale era annessa la cappella di iuspatronatus della famiglia Savelli.

Dopo l'acquisizione di Albano da parte della Camera Apostolica (1699) il palazzo divenne in parte sede del Governatorato e in parte residenza nobiliare concessa come residenza per la famiglia Stuart. Parte del palazzo venne abbattuta in seguito ai lavori di ampliamento della via Appia eseguiti tra il 1789 ed il 1791 ed il 1854.

Nel 1870, dopo l'annessione del Lazio al Regno d'Italia, divenne sede del comune di Albano, e fino a qualche anno fa anche della Pretura di Albano (che dagli anni trenta accorpa anche quella di Marino).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Centro di Albano Laziale.

All'interno, sono da notare la grande scalinata che porta al piano nobile e la Sala Nobile, usata come aula consiliare.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]