Palazzo Ronzani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Ronzani
Bologna, Italy - panoramio (63).jpg
Veduta di Palazzo Ronzani da Piazza Re Enzo
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàBologna
Indirizzovia Rizzoli 1, Bologna
Coordinate44°29′40.17″N 11°20′39.09″E / 44.494491°N 11.344193°E44.494491; 11.344193Coordinate: 44°29′40.17″N 11°20′39.09″E / 44.494491°N 11.344193°E44.494491; 11.344193
Informazioni generali
Condizioniin uso
Costruzione1915, in seguito all'abbattimento di edifici medievali preesistenti
StileLiberty
UsoUffici ed abitazioni private
Piani5
Ascensori1
Realizzazione
ArchitettoGualtiero Pontoni
ProprietarioVari
CommittenteFamiglia Ronzani

Palazzo Ronzani (soprannominato scherzosamente in bolognese Palâz di Pistulén[1]) è un palazzo situato nel centro di Bologna, all'angolo tra via Rizzoli e piazza Re Enzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Agli inizi del XX secolo il centro di Bologna vide un progetto di modifiche urbanistiche, volto a creare una arteria di grande dimensione che collegasse Piazza Maggiore alle Due Torri. Tale progetto portò all'abbattimento di un dedalo di vicoli e palazzi medievali (tra cui parecchie torri) chiamato Mercato di Mezzo, per fare posto all'odierna Via Rizzoli. La prima di queste costruzioni, sul lato di Piazza Maggiore fu costruita dalla famiglia Ronzani. Tale famiglia si era arricchita con la prima produzione industriale di birra nel bolognese e volle dotarsi di una abitazione nel pieno centro della città. La costruzione del palazzo avvenne fra il 1914 e il 1915, ad opera dell'architetto Gualtiero Pontoni[2].

All'angolo di Piazza Re Enzo il Palazzo si collega con le loggiate cinquecentesche del Pavaglione.

Prospiciente al portico affacciato su via Rizzoli, nel 1921, venne realizzata una pensilina in stile Liberty con una struttura in acciaio e cristalli colorati, ad opera di Umberto Costanzini.

Cinema Modernissimo[modifica | modifica wikitesto]

Nei sotterranei del palazzo venne costruito un cinema teatro, chiamato Modernissimo. La costruzione di tale locale, interrato, era in stile Liberty, in voga nel periodo, particolarmente nelle zone centrali delle grandi città europee. L'ingresso avveniva tramite alcune scale decorate con stucchi[3], ancora visibili all'interno di un negozio, sul lato del palazzo che affaccia su piazza Re Enzo.

A partire dal 2015 è in corso un progetto di restauro del cinema a cura della Cineteca di Bologna[4], per renderlo di nuovo funzionante.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]