Palazzo Resta Pallavicino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Resta Pallavicino
Palazzo Resta Pallavicino Milan Court1.jpg
Palazzo Resta-Pallavicino
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàMilano
Indirizzovia Conservatorio, 7
Coordinate45°27′56.5″N 9°12′08.67″E / 45.465695°N 9.202407°E45.465695; 9.202407Coordinate: 45°27′56.5″N 9°12′08.67″E / 45.465695°N 9.202407°E45.465695; 9.202407
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1837-1839 (facciata)
1946 (rifacimento)
UsoFacoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali
Realizzazione
ArchitettoEmilio Lancia (rifacimento)
ProprietarioUniversità degli Studi di Milano

Palazzo Resta Pallavicino è un grande edificio barocco con facciata neoclassica di Milano (via Conservatorio). È sede della prestigiosa facoltà di Scienze Politiche, Economiche e Sociali dell'Università degli Studi di Milano.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Acquistato nel 1724 dal nobile Carlo Resta, passato poi alla famiglia dei marchesi Pallavicino l'intero venne quasi completamente ricostruito. La facciata neoclassica su via Conservatorio, venne rifatta tra il 1837 e il 1839, periodo nel quale vennero rinnovati anche gli sfarzosi interni, come dimostrano le bellissime sale affrescate del primo piano nobile, splendida era la cappella gentilizia dell'edificio.

Il palazzo presenta sulla via Conservatorio una meravigliosa facciata neoclassica, di stampo accademico, di tre piani di notevole altezza, con un grande portale arcuato di granito al centro. Le finestre rettangolari sono inserite in archi in paramenti di bugne che si presentano al primo piano a cimasa piana, al secondo con contorni semplici e con davanzali poggianti su mensoline. Le aperture dell'ammezzato dell'originaria facciata furono chiuse. La seconda facciata sul giardino mantenne l'aspetto tardo-barocco con due grandi balconate a parapetto di ferro lavorato (oggi chiuse e riadeguate per ospitare i tre piani della biblioteca).

All'interno si apre un vasto cortile rettangolare con portici irregolari nelle aperture con alternarsi di vuoti e pieni, con snelle colonne tuscaniche di granito con pulvini. Nel fondo si apre un secondo cortile, con un portale e cancello da giardino. Ai piani superiori, ai vasti saloni, a volta con soffitti di stucco, si accede tramite un maestoso scalone seicentesco. Degli interni, bisogna segnalare l'attuale Sala Lauree, al piano terreno, e le sale nobili (attuali Sale studio e aule 20-21-22-23-24-25-26-27) dalle volte finemente decorate e affrescate.
Il palazzo fu gravemente danneggiato dai bombardamenti del 1943, e l'architetto Emilio Lancia, solamente a partire dal 1946 iniziò i lavori di recupero e di restauro delle sale del primo piano.
Tra le sale affrescate dei piani nobili dello storico e nobile palazzo, sono ospitati gli uffici dei dipartimenti e le aule didattiche.
La facoltà ha come centro il cortile d'onore, circondato da quattro porticati, al quale si accede dall'ingresso neoclassico principale che dà su via Conservatorio, all'angolo con via Mascagni.
Degno di nota è anche lo scalone nobile seicentesco, che collega direttamente il cortile con i saloni del primo piano (attualmente non accessibile).

Negli ultimi decenni, il palazzo ha subìto di importanti lavori di restauro, che hanno ampliato la struttura dell'edificio, andando a inserire, dove possibile, nuovi edifici da adibire a settori didattici. Sono stati infatti edificate due palazzine, una tra il secondo cortile e il giardino del palazzo, che ospita le aule 4-5 e l'Aula Magna della facoltà, mentre il secondo edificio sul lato est del cortile minore, si sviluppa su tre piani fuori terra (aula 11-12-13 e uffici del dipartimento) e uno interrato (aula 10).

Palazzo Resta-Pallavicino, lato via Mascagni
Palazzo Resta-Pallavicino, cortile

Struttura del palazzo e della facoltà[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo, il cui ingresso principale si trova in via Conservatorio, ha un altro ingresso in via Passione, che da diretto accesso al secondo cortile interno e alle più recenti aule didattiche. È anche possibile accedere alla struttura direttamente dall'ingresso posto su via Mascagni.

  • Piano Seminterrato: Librerie universitarie, Aula 10, Biblioteca, Aula Lettura Biblioteca, Laboratorio Informatico;
  • Piano Terreno: Portineria, Bar, Biblioteca "Enrica Collotti Pischel", Info Point, Segreterie Sifa, Aule 20-21-22 (affrescate), Aule Studio (affrescate), Laboratorio Informatico (ex Aule 7-8-9), Aula 2 (aula informatica), Aula 3, Aula 11, Sala Lauree;
  • Piano Primo Ammezzato (Basso): Dipartimento Studi Internazionali, Giuridici e Storico-Politici;
  • Piano Primo: Aule 23-24-25-26-27(affrescate), Presidenza e Comitato di direzione, Segreteria Didattica e Amministrativa, Uffici, Dipartimento Studi Internazionali, Giuridici e Storico-Politici, Dipartimento Scienze Sociali e Politiche, Aule 12-13;
  • Piano Secondo Ammezzato (Alto): Dipartimento Scienze Sociali e Politiche, Dipartimento Studi Internazionali, Giuridici e Storico-Politici;
  • Piano Secondo: Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi;
  • Piano Terzo: Dipartimento di Economia, Management e Metodi Quantitativi, Dipartimento Studi Internazionali, Giuridici e Storico-Politici;
  • Palazzina Interna: Aule 4-5, Aula Magna (Aula 6);
  • Palazzo di via Livorno: Dipartimento di Studi Storici, Aula 1.

La biblioteca di Facoltà "Enrica Collotti Pischel", si trova nell'ala meridionale del cortile nobile, e si sviluppa su 4 piani fuori terra (l'ultimo piano, è destinato al Centro di Documentazione Europea dell'Università degli Studi di Milano) e due interrati.

Sul lato che da su via Conservatorio (angolo via Passione), proprio di fronte alla Chiesa di Santa Maria della Passione è presente un grande giardino, a disposizione degli studenti, con panchine, alberi secolari e colonne antiche.

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

All'interno di palazzo Resta-Pallavicino, trovano sede:

  • Facoltà di Scienze politiche, economiche e sociali;
    • Dipartimento di Studi internazionali, giuridici e storico-politici;
    • Dipartimento di Economonia, management e metodi quantitativi;
    • Dipartimento di Scienze politiche e sociali;
    • Dipartimento di Studi storici.
  • Centro di Documentazione Europea dell'Università degli Studi di Milano.

Il palazzo è facilmente raggiungibile con i seguenti mezzi di trasporto:

  • Milano linea M1.svg Linea M1 - Fermata SAN BABILA;
  • Autobus Urbani: Linee 54-61 - Fermata MASCAGNI-CONSERVATORIO;
  • Autobus Urbano: Linea 94 - Fermata VISCONTI DI MODRONE

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]