Palazzo Reale (Atene)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Reale
Griechisches Parlament.jpg
Localizzazione
StatoGrecia Grecia
LocalitàAtene
IndirizzoPiazza Syntagma
Coordinate37°58′31″N 23°44′13″E / 37.975278°N 23.736944°E37.975278; 23.736944Coordinate: 37°58′31″N 23°44′13″E / 37.975278°N 23.736944°E37.975278; 23.736944
Informazioni generali
CondizioniIn uso
CostruzioneXIX secolo
Inaugurazione1843
Stileneoclassico
UsoSede del Parlamento greco
Realizzazione
ArchitettoFriedrich von Gärtner
IngegnereFriedrich von Gärtner
ProprietarioRepubblica ellenica
CommittenteLudovico di Baviera

Il Palazzo Reale di Atene (in greco: Παλαιά Ανάκτορα, Palaiá Anáktora ) è il primo palazzo reale della Grecia moderna, completato nel 1843. Ospita il Parlamento greco dal 1934. Il palazzo è situato nel cuore di Atene, in Piazza Syntagma.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo fu progettato dall'architetto bavarese Friedrich von Gärtner su commissione di re Ottone di Grecia e sua moglie, la regina Amalia, con i fondi donati dal padre di Otto, re Ludovico I di Baviera. Le precedenti proposte avevano collocato il nuovo palazzo nelle aree di Omonoia, Kerameikos e persino in cima all'Acropoli di Atene.

I lavori di costruzione iniziarono nel 1836 e furono completati nel 1843. Poiché originariamente era stato concepito come palazzo per i monarchi greci, a volte è ancora indicato come il "Palazzo Vecchio".

Il palazzo reale l'anno dell'incendio

Dopo essere stato danneggiato da un incendio nel 1909, subì un lungo periodo di ristrutturazione. Durante i lavori di ristrutturazione, il re e la sua famiglia si trasferirono nel Palazzo presidenziale, da quel momento conosciuto come il "New Palace", un isolato ad est sulla via Herodou Attikou.

Alcuni membri della famiglia reale, principalmente la regina Ol'ga Konstantinovna Romanova, continuarono a risiedere nel "Palazzo Vecchio" fino al 1922. Nel 1924, un referendum abolì la monarchia. L'edificio fu poi utilizzato per molti scopi diversi, vari servizi pubblici negli anni '20, funzionando come un ospedale di fortuna durante la seconda guerra mondiale, un rifugio per rifugiati greci provenienti dall'Asia Minore nel 1922, un museo con gli effetti personali di Re Giorgio I (ora parte della collezione del National Historical Museum), e altri usi.

Nel novembre 1929 il governo decise che l'edificio avrebbe ospitato permanentemente il Parlamento (precedentemente ospitato in quella che ora viene chiamata la vecchia sede del Parlamento). Dopo una restaurazione più ampia, il 2 agosto 1934 il Senato si riunì nel "Palazzo Vecchio", seguito dalla Quinta Assemblea Nazionale il 1º luglio 1935. Anche se la monarchia venne restaurata nello stesso anno, l'edificio ha ospitato il Parlamento da allora.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN157705757 · WorldCat Identities (EN157705757