Palazzo Merli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Merli
523AscoliPPalazzoMerli.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneMarche
LocalitàAscoli Piceno
Indirizzovia delle Torri e piazza Sant'Agostino
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzionemetà XIX secolo
Piani3
Realizzazione
ArchitettoIgnazio Cantalamessa e Filippo Sacconi Natali
Proprietariofamiglia Merli

Il palazzo Merli è un edificio del centro storico Ascoli Piceno, ubicato in piazza Sant'Agostino davanti all'omonima chiesa.

Contigue al palazzo e considerate parte di esso, spiccano le due torri gemelle gentilizie del XII secolo.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

L'edificio presenta una facciata su via delle Torri, opera di Ignazio Cantalamessa, venne realizzata verso la metà del XIX secolo, composta su tre livelli e improntata su un sobrio ma chiaro classicismo, con un portale a tutto sesto incassato da lesene e al primo piano finestre coronate da architravi sostenuti da mensole a volute.

L'altra facciata che si affaccia su piazza Sant'Agostino, venne progettata nel 1927 da Filippo Sacconi Natali e mostra un'architettura più eclettica, secondo il revival medievalistico tipico dell'epoca con eleganti bifore di ispirazione rinascimentale. Nella parte più alta vi è un parapetto a merli.

In un altro piccolo corpo ci sono due portali d'ingresso, sopra ad un di essi c'è lo stemma della famiglia Merli.[1]

Torri gemelle dei Merli[modifica | modifica wikitesto]

Le torri gemelle inglobate dall'edificio e intervallate tra loro da una casa medievale, furono innalzate con conci di travertino nel XII secolo. Sono alte 25 metri e sono tra le più rappresentative tra le torri gentilizie superstiti che costellavano il panorama della Ascoli medievale. Costruzioni militari, ma soprattutto espressione del potere delle famiglie che le possedevano, furono acquistate dalla famiglia Merli nel 1885. Le due strutture vennero, dunque, comprese nell'edificio di residenza della famiglia Merli.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Habitual Tourist. Palazzo Merli, su habitualtourist.com. URL consultato il 28 gennaio 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Luca Luna, Ascoli Piceno – Guida alla città, Sant'Atto (Teramo), Edigrafital, 1992.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]