Palazzo Gambacorti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Gambacorti
Pisa-lungarno03.jpg
Palazzo Gambacorti
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàPisa
IndirizzoLungarno Gambacorti
Coordinate43°42′56.02″N 10°24′04.25″E / 43.71556°N 10.40118°E43.71556; 10.40118Coordinate: 43°42′56.02″N 10°24′04.25″E / 43.71556°N 10.40118°E43.71556; 10.40118
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzione1370 - 1392
Usomunicipio
Realizzazione
CommittentePietro Gambacorti

Palazzo Gambacorti è un edificio storico di Pisa.

È uno dei più famosi palazzi sul Lungarno di Pisa. Realizzato tra il 1370 e il 1392, si trova sul Lungarno Gambacorti, tra le vie Toselli e Degli Uffizi, presso l'imbocco a sud del Ponte di Mezzo.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu edificato su incarico di Pietro Gambacorti, forse su progetto di Tommaso Pisano. La famiglia Gambacorti faceva parte della ricca nobiltà mercantile pisana, con vasti possedimenti in Valdera.

La facciata trecentesca è in stile gotico, con eleganti bifore. Sul retro esiste anche una facciata seicentesca, con alti finestroni con timpani semicircolari e un bel portale con lo stemma mediceo.

Fu durante il Quattrocento che il palazzo cambiò destinazione, divenendo sede, anziché privata, di una magistratura pubblica, i Consoli del Mare, della Dogana e successivamente dei Priori cittadini. Nel 1533 tornò privato, passando alla famiglia Del Tignoso, i quali lo ingrandirono inglobando dall'interno i due edifici ai due lati, che ancora oggi fanno parte del complesso ma dall'esterno appaiono come edifici diversi. Nel Settecento i Lorena lo ripresero e vi posero le Magistrature. Nell'Ottocento ospitò l'Archivio di Stato, la Caserma del Corpo dei Pompieri e della Guardia Comunale. Oggi è sede dell'Amministrazione comunale.

All'interno si trovano affreschi celebranti le vittorie marittime di Pisa.

Altre immagini[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Pisa Case Torri, Collana CD guide, Cld e Leadernet, Pisa 1999.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN248737269