Palazzo Dandolo Paolucci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palazzo Dandolo Paolucci
Palazzo Dandolo Paolucci Canal Grande Venezia.jpg
La facciata sul Canal Grande, a fianco di Palazzo Civran Grimani
Ubicazione
Stato Italia Italia
Regione Veneto Veneto
Località Venezia
Indirizzo sestiere di San Polo
Informazioni
Condizioni In uso
Costruzione XVII secolo
La corte posteriore

Palazzo Dandolo Paolucci è un edificio civile veneziano sito nel sestiere di San Polo e affacciato sul Canal Grande tra Palazzo Dolfin e Palazzo Civran Grimani.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Costruito nel XVII secolo sul sito di un precedente edificio gotico, è stato pesantemente rimaneggiato nelle epoche successive. Nel 1924 venne realizzata una grande terrazza.

Architettura[modifica | modifica wikitesto]

Caratterizzato da una particolare pianta complessa, articolata attorno a una corte centrale,[1] e da un'architettura essenziale, presenta un portale ad acqua che immette nella pregevole corte colonnata, posta sul retro e recante vera da pozzo. Elementi di pregio della facciata principale sono invece i portali ad acqua gemelli, che testimoniano un uso bifamiliare del palazzo, e le quadrifore impilate, leggermente spostate sulla destra. Presenta pure una terrazza moderna, sita all'ultimo piano, sopra la linea di gronda.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]