Palazzo Bastogi (via dell'Oriuolo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzo Bastogi
Palazzo bastogi in via dell'oriuolo 01.JPG
Palazzo Bastogi
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneToscana
LocalitàFirenze
Indirizzovia dell'Oriuolo 33
Coordinate43°46′20.07″N 11°15′34.6″E / 43.772242°N 11.259611°E43.772242; 11.259611
Informazioni generali
CondizioniIn uso
Costruzionemetà del Settecento
UsoSede dell'Archivio storico del Comune di Firenze
Realizzazione
ProprietarioComune di Firenze
Committentefamiglia Bargilli Sarchi

Palazzo Bastogi si trova in via dell'Oriuolo 33 a Firenze. È sede dell'Archivio storico del Comune di Firenze.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il palazzo venne edificato a metà del Settecento dalla famiglia Bargilli Sarchi, che avevano acquistato alcune case che già appartenevano ai Pazzi (il giardino del "Paradiso dei Pazzi" si trovava infatti nel sito dell'attiguo Palazzo della Banca d'Italia), al monastero di Santa Felicita e a quello di San Salvi.

La facciata settecentesca, pur con rifacimenti successivi, è elegantemente ornata e presenta cornici marcapiano, finestre inginocchiate al pian terreno, timpanate al primo piano (sia con timpani triangolari sia con semicircolari spezzati) e architravate al secondo; più originale è il doppio portale, con quattro semicolonne che sorreggono un doppio balconcino al primo piano.

All'interno spicca la Sala di Lettura, realizzata ai primi dell'Ottocento in stile neoclassico, con colonne gialle che risaltano su complessi stucchi bianchi e una cupoletta. Le allegorie musicali dei dipinti e degli stucchi rivelano come questa fosse stata pensata come sala da musica e da ballo. Il palazzo venne acquistato dai Bastogi, una delle famiglie industriali più ricche a Firenze nel XIX secolo, i quali però subirono un tracollo finanziario agli inizi del XX secolo. Nel 1938 il palazzo veniva infatti ceduto al Comune di Firenze, che dal 1976 vi ha aperto l'Archivio storico.

Teatro dell'Oriuolo[modifica | modifica wikitesto]

Nel cortile di palazzo Bastogi venne ospitato, dal 1951 al 1993, il Teatro dell'Oriuolo, una delle più importanti realtà teatrali del dopoguerra fiorentino. Si trattava di un teatro stabile professionale, chiamato dal 1962 al 1966 proprio "Teatro Stabile", con registi del calibro di Tatiana Pavlova e attori come Paola Borboni, Ottavia Piccolo, Ave Ninchi, i fratelli Giuffré, Giustino Durano, Arnoldo Foà, ecc.

Dal 1968 venne diretto da Gino Susini sotto la guida della Compagnia Città di Firenze, ospitando anche, nell'ultimo periodo, un'apprezzata scuola teatrale.

Il Teatro, tornato nelle disponibilità del Comune di Firenze, dopo diversi tentativi, tutti abortiti, di recupero, è stato completamente demolito nel 2021. Al suo posto ci sarà un giardino [1]

Altre immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Cesati, La grande guida delle strade di Firenze, Newton Compton Editori, Roma 2003.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]