Palazzo Arcimboldi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palazzo Arcimboldi
Milano, Palazzo Arcimboldi 01.jpeg
Palazzo Arcimboldi
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàMilano
Indirizzovia dell'Unione 12
Sestiere di Porta Ticinese
Coordinate45°27′42.43″N 9°11′14.58″E / 45.461785°N 9.187383°E45.461785; 9.187383Coordinate: 45°27′42.43″N 9°11′14.58″E / 45.461785°N 9.187383°E45.461785; 9.187383
Informazioni
CondizioniDistrutto
CostruzioneXVII secolo
Distruzione14 febbraio 1943 (bombardamenti)

Palazzo Arcimboldi (già Casa dei Corbella) era un palazzo seicentesco di Milano. Storicamente appartenuto al Sestiere di Porta Ticinese, si trovava in via dell'Unione 12. Crollò a seguito dei bombardamenti del 14 febbraio 1943.

Storia e architettura[modifica | modifica wikitesto]

Lo scalone barocco.

L'edificio, alto tre piani, si sviluppava attorno ai due cortili, dei quali il secondo presentava un notevole porticato con affreschi di storie mitologiche sulle pareti e immagini di Apollo e Diana con putti alati sulle volte. Erano affrescati anche gli ambienti interni, fra cui la cappella con l'Assunzione della Vergine e il teatro. Pregevole lo scalone barocco a quattro rampe, con balaustra in pietra traforata decorata con aquile, putti e altre figure fantastiche.

Allo stato attuale nessun documento attesta la proprietà di questo palazzo alla famiglia Arcimboldi, che dovrebbe esserne entrata in possesso nella seconda metà del Settecento: ancora nel 1722 l'edificio viene indicato infatti come Casa dei Corbella, famiglia imparentata coi Melzi.

Allo stato attuale di Palazzo Arcimboldi non rimane più niente: il palazzo crollò infatti a seguito dei bombardamenti del 14 febbraio 1943, che distrussero anche il vicino Palazzo Cicogna.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Ettore Verga, Monumenti di Milano, minori e minimi. Porta Ticinese, Società Letteraria e Amici dei monumenti, Milano, 1927 - pp. 13–14
  • Giacomo Carlo Bascapé, I palazzi della vecchia Milano, Hoepli, Milano, 1945 - pp. 84–85
  • Paolo Mezzanotte, Giacomo Carlo Bascapé, Milano, nell'arte e nella storia, Bestetti, Milano, 1968 (1948) - p. 89
  • AAVV, Milano ritrovata: l'asse di via Torino, Il vaglio cultura arte, Milano, 1986 - pp. 275–276
  • AAVV, Bombe sulla città, Skira, Milano, 2004 - pp. 273–274

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]