Palazzina delle arti e museo del sigillo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Palazzina delle arti "L.R. Rosaia" e Museo civico del sigillo
La Spezia - Museo del Sigillo - Palazzina delle Arti.jpg
Ubicazione
StatoItalia Italia
LocalitàLa Spezia
IndirizzoVia Prione 236
Caratteristiche
TipoArte
Sito web

La Palazzina delle arti "L.R. Rosaia" è un edificio del 1924 progettato in stile neomedievale dall'architetto Franco Oliva nella storica via del Prione alla Spezia.
Adibito in origine a sede del locale Ufficio d'igiene, dal 2000 l'edificio ospita il Museo civico del sigillo e la Biblioteca speciale di Storia dell'Arte e Archeologia.
L'edificio è anche adibito a sede di temporanee mostre d'arte.

Il Museo del sigillo[modifica | modifica wikitesto]

Il Museo del sigillo offre ai visitatori una tra le più complete collezioni sfragistiche.
Ricca di oltre millecinquecento sigilli originali di varie epoche che vanno dal IV millennio a.C. sino ai giorni nostri, la collezione si pone l’obiettivo di mostrare al visitatore lo sviluppo delle impronte nella storia della civiltà.
Dai numerosi reperti provenienti dall'asiatica Mezzaluna fertile, dove questi strumenti fecero la loro prima comparsa, si passa alle matrici-amuleto egiziane in pietra o ceramica, agli anelli sigillo di epoca romana, agli esemplari medievali, rinascimentali, barocchi, neoclassici e floreali.
Non mancano esemplari provenienti dall'America Precolombiana, Cina, Giappone e da aree di influenza islamica. Una sezione particolare è dedicata a manufatti Lalique e Fabergé.

La raccolta, frutto di ricerche trentennali e di collaborazioni con i maggiori studiosi del settore, è stata donata dai coniugi Lilian ed Euro Capellini al Comune della Spezia e allestita musealmente nell'anno 2000.

Biblioteca speciale di Storia dell'Arte e Archeologia[modifica | modifica wikitesto]

Aperta nel 1999, la Biblioteca è specializzata nelle discipline storico-artistiche ed archeologiche e costituisce un polo specialistico di documentazione a supporto delle attività di studio, di ricerca e didattiche dei Musei Civici cittadini.
Il suo patrimonio librario ammonta a circa 12.000 volumi.

Di particolare interesse per gli studiosi del settore sono le monografie su singoli artisti, le raccolte di cataloghi di mostre, i repertori specialistici, il fondo di Storia dell'arte locale.
La Biblioteca conserva i materiali dell'archivio del giornalista e critico Renato Righetti (con documenti relativi all'arte locale del Novecento, al movimento Futurista alla Spezia, al Premio Nazionale di Pittura del Golfo) e del collezionista Giorgio Cozzani.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]