PalaVesuvio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
PalaVesuvio
Informazioni
StatoItalia Italia
UbicazioneVia Argine Nord, 927 Napoli
Inizio lavori1992
Inaugurazione1994
StrutturaPalazzetto dello Sport
Ristrutturazione2019
Mat. del terrenoParquet
Uso e beneficiari
PallacanestroDike Napoli
Arti marzialiASD Nippon club Napoli
Capienza
Posti a sedere3 sale da 3711 + pala indoor
Mappa di localizzazione
Coordinate: 40°51′45.43″N 14°20′11.75″E / 40.86262°N 14.336597°E40.86262; 14.336597

Il Palavesuvio è un impianto polisportivo della città di Napoli, sito nel quartiere di Ponticelli. Il palazzetto, capace di ospitare più di tremila spettatori, è composto da tre sale uguali (palestra A, palestra B e palestra C) e da una struttura per l'atletica leggera indoor. Ospita le partite casalinghe della Dike Basket Napoli presso la palestra B, dalla capienza di 2000 posti, mentre nella palestra A, affidata alla società sportiva Nippon club Napoli, si svolgono le competizioni di judo, lotta e karate.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurato nel 1994, nel 2002 e nel 2014 ospitò la final four di Coppa Italia di Serie A2. Il 2 e 3 febbraio 2008 fu sede dell'incontro di primo turno del World Group di Fed Cup tra Italia e Spagna. Nel 2016, a causa di una dichiarazione di inagibilità, l'impianto venne chiuso [1]. In occasione dell'assegnazione a Napoli della XXX Universiade, dopo anni d'incuria e abbandono, il Palavesuvio è stato oggetto di una profonda ristrutturazione. I lavori, finanziati dalla Regione Campania, sono durati 9 mesi, da ottobre 2018 a luglio 2019, e hanno riguardato il rifacimento della copertura, la manutenzione ordinaria degli spogliatoi e dei locali di servizio, il nuovo impianto di illuminazione, così come l'installazione dell'impianto di condizionamento ed il rifacimento degli impianti elettrici ed idraulici[2]. Nel mese di luglio 2019 la struttura sportiva ha ospitato le gare di ginnastica artistica e di ginnastica ritmica dell'Universiade.

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

L'impianto è servito dalla stazione Argine-Palasport della Circumvesuviana e da una fermata degli autobus delle linee 173, 191, 195, 196 e 673 dell'ANM posta lungo via Argine.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Atletica che muore: inagibile anche il Palavesuvio!, su Atleticalive.it, 13 ottobre 2016. URL consultato il 29 luglio 2020.
  2. ^ Universiadi: lavori palestra Palavesuvio, su Ansa.it, 29 ottobre 2018. URL consultato il 29 luglio 2020.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]