Pakicetidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pakicetidae
Pakicetus BW.jpg
Pakicetus
Stato di conservazione
Fossile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Superclasse Tetrapoda
Classe Mammalia
Sottoclasse Theria
Ordine Cetacea
Sottordine Archaeoceti
Famiglia Pakicetidae

I pakicetidi (Pakicetidae) sono una famiglia di cetacei estinti, vissuti nell'Eocene inferiore e medio. I loro resti si rinvengono principalmente nel subcontinente indiano. Si ritiene che questi animali fossero i cetacei più antichi e primitivi.

Evoluzione[modifica | modifica wikitesto]

Questi animali erano prevalentemente terrestri e, a eccezione di alcune caratteristiche dell'orecchio, mostravano ben pochi adattamenti alla vita acquatica. Un frammento di mascella noto come Himalayacetus subathuensis, dell'India, risale a circa 53 milioni di anni fa ed è considerato il pakicetide più antico; un cranio di Pakicetus inachus, più completo, è stato ritrovato in strati risalenti a circa 50 milioni di anni fa. Entrambi questi animali sono stati ritrovati in depositi marini, e non di acqua dolce, a dimostrazione del fatto che i cetacei si svilupparono subito in un habitat di acque salate. Altri generi appartenenti a questa famiglia sono Ichthyolestes e Nalacetus, anch'essi provenienti dal subcontinente indiano. È possibile che la famiglia dei pakicetidi fosse un gruppo parafiletico, a causa del fatto che diversi generi sembrano possedere caratteri primitivi (una dentatura antiquata e la mancanza di seni peritimpanici nell'orecchio) ed evoluti (come piccoli fori mandibolari per il passaggio di vasi sanguigni e nervi).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]