Pagoda Leifeng

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pagoda Leifeng
Pagoda originale nel 1910, prima del crollo nel 1924

La Pagoda Leifeng (Cinese: 雷峰塔; pinyin: Léi Fēng Tǎ) è una torre ottagonale alta cinque piani che si trova su una collina vicino al Lago dell'ovest, ad Hangzhou. Costruita nel 975 d.C., la torre crollò nel 1924, ma venne ricostruita nel 2002 e diventò un'attrazione turistica molto popolare.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Pagoda Leifeng originale[modifica | modifica wikitesto]

La pagoda originale venne costruita nell'anno 975, durante il periodo delle Cinque dinastie e dieci regni, sotto l'ordine dell'Imperatore Qian Chu (nato Qian Hongchu) di Wuyue. La costruzione serviva per celebrare la nascita del suo figlio, nato a Huang Fei. La torre era costruita di mattoni e legno, con una base costituita interamente da mattoni.

Durante la Dinastia Ming, i pirati giapponesi attaccarono Hangzhou. Temendo che nella pagoda ci fossero nascoste delle armi, i giapponesi bruciarono tutti gli elementi in legno della Leifeng Pagoda, lasciando solo lo scheletro in mattoni. Anche nelle raffigurazioni risalenti a quel periodo si può vedere la torre distrutta.

La Pagoda Leifeng era uno dei dieci luoghi più famosi da visitare del Lago dell'ovest, per via di una leggenda chiamata Leggenda del serpente bianco. La storia, inizialmente tramandata oralmente, è stata scritta nel 618, durante la Dinastia Tang.[1] Da quel momento in poi sono state scritte diverse versioni della storia.

Qualche secolo più tardi, le persone superstiziose iniziarono a rubare i mattoni della pagoda perché, secondo loro, esse potevano curare dalle malattie e prevenire l'aborto spontaneo. Quindi, nel pomeriggio del 25 settembre 1924 la torre crollò.

Per anni gli studiosi discussero sulla presenza di un mausoleo all'interno della pagoda, finché, finalmente, l'11 marzo 2001, grazie all'indagine di un radar, vennero scoperti diversi manufatti d'oro e d'argento. L'argento era utilizzato per i capelli del Buddha.

Ricostruzione[modifica | modifica wikitesto]

Nell'ottobre del 1999 le amministrazioni provinciali e comunali decisero di ricostruire la pagoda proprio sopra le rovine di quella vecchia. La nuova pagoda aprì al pubblico il 25 ottobre 2002. Essa è composta da 1400 tonnellate di acciaio e 200 tonnellate di rame. Contiene quattro ascensori turistici e altri oggetti moderni, come televisori, condizionatori d'aria e altoparlanti. All'entrata sono presenti due scale mobili che portano alla base della pagoda.

La base originale della pagoda è in buone condizioni, così come i manufatti scoperti nella camera sotterranea.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La leggenda del serpente bianco