Pagellus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Pagellus
Pagellus erythrinus 27-09-05.jpg
Pagellus erythrinus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Ramo Bilateria
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Sottoclasse Osteichthyes
Superordine Acanthopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Percoidei
Famiglia Sparidae
Genere Pagellus
Valenciennes in Cuvier & Valenciennes, 1830
Specie
Pagellus acarne
Pagellus bogaraveo

Pagellus è un genere di pesci ossei marini appartenente alla famiglia Sparidae.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Quattro specie si incontrano nell'oceano Atlantico orientale e nel mar Mediterraneo, le altre sono endemiche dell'oceano Indiano occidentale. Sulle coste europee P. bogaraveo, assieme a Spondyliosoma cantharus, è la specie di sparide che si spinge più a nord[2].

Si trovano di solito sui fondali sabbiosi o fangosi del piano infralitorale, talora si spingono fino al piano circalitorale o perfino più in profondità. P. bogaraveo è la specie che si spinge più in profondità (700 metri).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Hanno l'aspetto di tipici sparidi, con corpo piuttosto alto e schiacciato lateralmente, con sagoma molto variabile fra le specie. I denti anteriori sono caniniformi, talvolta molto sviluppati, quelli posteriori molariformi, disposti in due o tre file parallele.

Il colore è generalmente roseo o rosso sul dorso con ventre bianco.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Si cibano di invertebrati bentonici. Sono ermafroditi proterandri ma non in tutti gli individui si manifesta il cambio di sesso.

Pesca[modifica | modifica wikitesto]

Questi pesci sono insidiati sia dai pescatori professionisti (con reti a strascico, da posta e palamiti) che da quelli sportivi, che di solito li catturano a bolentino.

Le carni di tutte le specie sono ottime ed hanno quotazioni notevoli sui mercati ittici.

Specie[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lista delle specie da Fishbase
  2. ^ *Lythgoe J. e G Il libro completo dei pesci dei mari europei, Mursia, 1971

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci