Padstow (Cornovaglia settentrionale)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Padstow
parrocchia civile
Lannwedhenek
Padstow – Veduta
Dati amministrativi
Stato Regno Unito Regno Unito
   Inghilterra Inghilterra
Regione Sud Ovest
Contea Cornovaglia
Distretto Cornovaglia settentrionale
Territorio
Coordinate 50°32.18′N 4°56.16′W / 50.536333°N 4.936°W50.536333; -4.936 (Padstow)Coordinate: 50°32.18′N 4°56.16′W / 50.536333°N 4.936°W50.536333; -4.936 (Padstow)
Altitudine da 0 a 20 m s.l.m.
Abitanti 3 162 (2001[1])
Altre informazioni
Cod. postale PL28
Prefisso (+44) 01841
Fuso orario UTC+0
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Regno Unito
Padstow
Sito istituzionale

Padstow (in lingua cornica: Lannwedhenek; 3.100 ab. ca.) è una cittadina della costa settentrionale della Cornovaglia (Inghilterra sud-occidentale), situata lungo l'estuario del fiume Camel (che sfocia nel Mare Celtico, un tratto dell'Oceano Atlantico) ed appartenente, dal punto di vista amministrativo, al distretto della Cornovaglia settentrionale (North Cornwall), di cui è una parrocchia civile.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Collocazione[modifica | modifica sorgente]

Padstow si trova nella parte centrale della costa settentrionale della Cornovaglia, a circa metà strada tra Tintagel e Newquay (rispettivamente a sud-ovest della prima e a nord-est della seconda) e a circa 25 km[2] a nord-ovest di Bodmin.

Storia[modifica | modifica sorgente]

I primi insediamenti risalgono al 2500 a.C., quando vi si fermarono le popolazioni provenienti dalla Bretagna e dirette in Irlanda, che, per compiere il loro viaggio, risalivano il corso dei fiumi Fowey e Camel.[3]

La cittadina iniziò a svilupparsi a partire dal VI secolo, quando vi giunse San Petroc, che fondò un monastero in loco[3], edificio in seguito distrutto dai Danesi nel 981[3].

Feste & Eventi[modifica | modifica sorgente]

La località è nota per la festa di 'Obby 'Oss , considerata una delle sagre più antiche d'Europa[4] e che si svolge ogni 1º maggio. Durante la festa, sfilano due uomini vestiti da cavallo, tra musiche e danze.[5]

Galleria fotografica[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Genuki.co.uk: Cornwall - Padstow
  2. ^ Via Michelin: Itinerario da Bodmin a Padstow
  3. ^ a b c Cornwall Online: North Cornwall > Padstow
  4. ^ Somerville, Christopher, Le Guide Traveler di National Geographic - Gran Bretagna, National Geographic Society, 1999 - 2001 - White Star, Vercelli, 2004, p. 147
  5. ^ Somerville, Christopher, op. cit., p. 14 e p. 147

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]