Padri e figli (film 1957)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Padri e figli
Titolo originale Padri e figli
Lingua originale Italiano
Paese di produzione Italia
Anno 1957
Durata 92 min
Colore B/N
Audio sonoro
Rapporto 2.35:1
Genere commedia
Regia Mario Monicelli
Soggetto Age & Scarpelli, Mario Monicelli
Sceneggiatura Age & Scarpelli, Mario Monicelli, Leo Benvenuti, Luigi Emmanuele
Produttore Guido Giambartolomei
Casa di produzione Royal Film
Distribuzione (Italia) Cineriz
Fotografia Leonida Barboni
Montaggio Mario Serandrei, Otello Colangeli
Musiche Carlo Rustichelli
Scenografia Piero Gherardi
Costumi Piero Gherardi
Interpreti e personaggi
Premi

Padri e figli è un film del 1957 diretto da Mario Monicelli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Quattro famiglie ed i loro problemi, unite da un filo comune: i rapporti con un membro della quinta, Ines Santarelli, una infermiera che le frequenta per motivi professionali o per parentela. Il vedovo Vincenzo Corallo è il titolare di un'avviata sartoria che serve la buona borghesia di Roma, coadiuvato alla pari, per non dire diretto, dal figlio Carlo. La secondogenita Marcella, privata durante la crescita dell'affetto della madre prematuramente scomparsa, si trova a fare i conti con due padri, quello vero ed il fratello maggiore, che poco o nulla capiscono delle sue turbe adolescenziali e del suo primo innamoramento per un compagno di scuola di poco più anziano di lei. Il dottor Bacci, clinico emerito, è alle prese con due figli che lo fanno andare in bestia: il fannullone Vezio, che dopo la maturità non ha combinato più nulla e porta sempre in casa notizie di prossimi, favolosi impieghi, ed il maturando Sandro, anche lui soggetto a turbe adolescenziali ed innamorato della compagna di scuola Marcella Corallo. Il giovane sposo Guido Blasi è invece alle prese con le voglie della giovane moglie Giulia, che è in attesa di un figlio. La voce popolare, alimentata in questo caso dall'infermiera Ines, che le pratica iniezioni, dice infatti che se una gestante ha improvvisamente il desiderio di un determinato cibo, dev'essere esaudita, diversamente il bebè nascerà con una macchia sulla pelle. Apprensiva e sempre bisognosa di qualche medicina, costringe il marito a correre qua e là. Infine la coppia Marchetti, Cesare e Rita, sorella di Ines, è in crisi: non possono avere figli, il lavoro di lui lo costringe ai turni e quando torna a casa, o va a dormire o al cinema. Amerigo Santarelli, guardiano allo zoo di Roma, e la moglie Ines si arrabattano per mantenere i cinque figli. Le vicende delle famiglie si snodano fra i litigi e gli inevitabili riappacificamenti.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema