Padernello (Borgo San Giacomo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Padernello
frazione
Padernello – Veduta
Il Castello di Padernello
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Brescia-Stemma.png Brescia
ComuneBorgo San Giacomo-Stemma.png Borgo San Giacomo
Territorio
Coordinate45°21′31.93″N 9°59′40.49″E / 45.35887°N 9.99458°E45.35887; 9.99458 (Padernello)Coordinate: 45°21′31.93″N 9°59′40.49″E / 45.35887°N 9.99458°E45.35887; 9.99458 (Padernello)
Altitudine74 m s.l.m.
Abitanti74[1] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale25022
Prefisso030
Fuso orarioUTC+1
TargaBS
Patronosanta Maria di Valverde
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Padernello
Padernello

Padernello è una frazione del comune italiano di Borgo San Giacomo. Costituì un comune autonomo fino al 1927[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Padernello - frazione di Borgo San Giacomo, sino al 1927 comune con annessa frazione Motella, risulta essere un borgo di notevole caratteristica culturale. Il Castello Martinengo, Salvadego Molin Ugoni sino al 2005, è un importante complesso architettonico con fossato e ponte elevatoio. Il maniero è ora gestito dalla "Fondazione Castello di Padernello" che ne cura sia la manutenzione che l'uso. Forse la più importante attrazione della zona, la frazione è un piccolo borgo con struttura romanica, la chiesa di Padernello, dedicata alla Natività della Beata Vergine Maria, è custode di numerose opere d'arte come ad esempio il preziosissimo Crocefisso del Satissimo Redentore opera del Zamara.
Il piccolo cimitero annesso è opera del Vantini e il monumento dei caduti, opera marmorea, è posto nella piazza antistante la chiesa e fu inaugurato dall'onorevole Marziale Ducos, persona molto influente nei primi decenni del novecento. Inoltre ultimamente, per volontà della Fondazione Castello di Padernello e dell'Amministrazione comunale, è stato costruito un ponte vegetale, opera dell'artista Giuliano Mauri, tale ponte collega la frazione con le cascine denominate Bosco (ex convento aggregato a San Cosma e Damiano di Brescia) e il Santuario dedicato a San Vigilio. Attualmente la frazione festeggia il santissimo Redentore ogni venticinque anni (ultima festa 2008 è stata organizzata da due laici della frazione Adriano Zanoni già presidente del Consiglio di frazione e Cristian Lanzi già presidente del Consiglio di frazione), per ricordare il miracolo del Crocefisso che ha scongiurato la frazione dal morbo del colera nel 1867, ed ogni anno viene organizzata dagli abitanti una rassegna asinina, ormai divenuta famosa in tutta la zona.
La frazione è rappresentata da un consiglio di frazione, eletto dai residenti della frazione, che rimane in carica quanto l'Amministrazione comunale di Borgo San Giacomo, il consiglio ha il compito di promuovere iniziative e di avanzare richieste riguardanti il benessere della frazione. Importante è la collezione privata dei quadri del Ceruti (Pitocchetto) custoditi sino al 1965 nel castello di Padernello e denominati "Ciclo di Padernello".

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Censimento ISTAT 2001
  2. ^ Regio Decreto 27 novembre 1927, n. 2283

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lombardia