PSO J318.5-22

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
PSO J318.5-22
PSO J318.5-22 image from the Pan-STARRS1 telescope.png
Localizzazione di PSO J318.5-22
Classificazionepianeta interstellare
Distanza dal Sole80 anni luce
CostellazionePittore
Coordinate
(all'epoca 2013)
Ascensione retta21h 14m 08s
Declinazione-22° 51′ 37″
Dati fisici
Raggio medio1,53[1] R
Massa
Temperatura
superficiale
1 100 K (800 °C) (media)
Età stimata12 milioni di anni

Coordinate: Carta celeste 21h 14m 08s, -22° 51′ 37″

PSO J318.5-22 è un pianeta interstellare, ovvero un oggetto astronomico extrasolare di massa planetaria che non sembra essere legato gravitazionalmente a nessuna stella.[2] Si trova a circa 80 anni luce di distanza dalla terra, e fa parte dell'Associazione di Beta Pictoris.[3]

Caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

L'oggetto venne scoperto nel 2013 grazie all'analisi delle immagini acquisite dal telescopio ad ampio campo Pan-STARRS PS1. L'età di PSO J318.5-22 è stata valutata in circa 12 milioni di anni, la stessa dell'Associazione di Beta Pictoris.[4]

Michael Liu, il coordinatore del gruppo di ricerca dell'istituto di astronomia dell'Università delle Hawaii, dichiarò: "Non avevamo mai visto un oggetto interstellare autonomo simile a questo. Ha infatti tutte le caratteristiche dei giovani pianeti che vengono trovati in orbita attorno alle stelle, ma a differenza di questi si muove nello spazio in maniera autonoma. Secondo l'attuale interpretazione teorica per tali oggetti spaziali esiste la possibilità che perturbazioni gravitazionali possano espellerli dai loro sistemi planetari di origine, anche poco dopo la loro formazione all'interno di un disco di accrescimento; non vengono però esclusi altri processi formativi.[5] La temperatura all'interno delle nubi dell'atmosfera di PSO J318.5-22 è stimata in più di 1 100 K (800 °C). Tali nubi, che sarebbero formate da polvere incandescente e ferro fuso, dimostrano quanto sia diffusa la presenza di nubi in oggetti di natura planetaria.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Michael C. Liu, Eugene A. Magnier, Niall R. Deacon, Katelyn N. Allers, Trent J. Dupuy, Michael C. Kotson, Kimberly M. Aller, W. S. Burgett, K. C. Chambers, P. W. Draper, K. W. Hodapp, R. Jedicke, R.-P. Kudritzki, N. Metcalfe, J. S. Morgan, N. Kaiser, P. A. Price, J. L. Tonry e R. J. Wainscoat, The Extremely Red, Young L Dwarf PSO J318-22: A Free-Floating Planetary-Mass Analog to Directly Imaged Young Gas-Giant Planets, in Astrophysical pubblicazione Letters, vol. 777, 1º ottobre 2013, Bibcode:2013ApJ...777L..20L, DOI:10.1088/2041-8205/777/2/L20, arXiv:1310.0457.
  2. ^ (EN) Gemini Observatory, Gemini Confirms Lonely Planet Floating in Space, su gemini.edu, 7 ottobre 2013. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) A Strange Lonely Planet Found Without a Star, Science Daily, 9 ottobre 2013. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  4. ^ (EN) Institute for Astronomy, A Strange Lonely Planet Found without a Star, University of Hawaii, 9 ottobre 2013. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  5. ^ (EN) Alan Boyle, Astronomers say they've spotted lonesome planet without a sun, NBC News, 9 ottobre 2013. URL consultato il 16 febbraio 2017.
  6. ^ (EN) Edinburgh University astronomers find sunless world, su bbc.com, 3 novembre 2015. URL consultato il 16 febbraio 2017.
Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica