PDP-1

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
PDP-1
PDP-1.jpg
Paese d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Produttore Digital Equipment Corporation
Presentazione 1959
Inizio vendita 1960
Fine vendita 1969
Prezzo di lancio 120.000$

Il PDP-1 (Programmed Data Processor-1) fu il primo computer della serie PDP di Digital Equipment ed entrò in commercio nel 1960.

Il PDP-1 viene ricordato come il primo computer su cui sia girato un videogioco, Spacewar! di Steve Russell.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il PDP-1 utilizzava 18 bit per descrivere una parola e la sua memoria principale poteva contenere 4096 parole come standard (equivalente a 9.216 byte di otto bit, anche se il sistema effettivamente utilizzava byte di sei bit, tre per ogni parola), espandibile a 65536 parole. Il tempo di ciclo della memoria a nuclei magnetici era di 5 microsecondi corrispondendo ad una velocità di circa 200KHz, di conseguenza la maggior parte delle istruzioni aritmetiche impiegava 10 microsecondi (100.000 operazioni al secondo) poiché usavano due cicli di memoria. Il PDP-1 aveva la potenza di calcolo grosso modo equivalente a un organizzatore da tasca (pocket organizer) del 1996 e un po' meno memoria[1].

Il PDP-1 utilizzava 2.700 transistor e 3.000 diodi[2].

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Il design del PDP-1 era basato sul computer pionieristico TX-0, progettato e realizzato al MIT Lincoln Laboratory. Benjamin Gurley era l'ingegnere responsabile del progetto[3].

I primi prototipi risalgono al dicembre 1959. Nel novembre del 1960 venne consegnato il primo PDP-1 a Bolt, Beranek and Newman (BBN Technologies), azienda di consulenza statunitense[4][5], ed è stato accettato formalmente il successivo aprile.[6] Nel 1961, DEC ha donato il prototipo del PDP-1 al MIT, dove è stato collocato nella sala accanto al suo antenato, il computer TX-0.

PDP-1 al Computer History Museum con Steve Russell, creatore di Spacewar!.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Katie Hafner, Where wizards stay up late : the origins of the Internet, 1st Touchstone, New York, Simon and Schuster, 1996, p. 85, ISBN 0-684-81201-0.
  2. ^ http://www.computerhistory.org/revolution/digital-logic/12/273/1370
  3. ^ Ben Gurley, Computer History Museum.
  4. ^ "DIGITAL Computing Timeline, 1960"
  5. ^ Template:Cite AV media
  6. ^ Computers and Automation, April 1961, pg. 8B

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

History Computer PDP-1

Controllo di autorità LCCN: (ENsh2007005353
Informatica Portale Informatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di informatica