Oyem

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oyem
città
Localizzazione
Stato Gabon Gabon
Provincia Woleu-Ntem
Dipartimento Woleu
Territorio
Coordinate 1°36′14.4″N 11°34′48″E / 1.604°N 11.58°E1.604; 11.58 (Oyem)Coordinate: 1°36′14.4″N 11°34′48″E / 1.604°N 11.58°E1.604; 11.58 (Oyem)
Abitanti 38 079 (2008)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Gabon
Oyem
Oyem

Oyem è il capoluogo della provincia di Woleu-Ntem, nel Gabon settentrionale, situata lungo il corso del fiume Ntem.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

La città sorge su di un altopiano ad un'altezza di circa 900 metri sul livello del mare; essa è il punto di riferimento per quanto riguarda l'amministrazione e i trasporti nell'area agricola che la circonda.[1] Oyem si trova a 411 chilometri di distanza dalla capitale dello stato, Libreville.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome della città deriva da quello di un grosso albero che cresce nelle sue vicinanze.[3] Negli anni novanta del XX secolo alcune funzionarie dei Peace Corps statunitensi vennero violentate ed uccise in Gabon, facendo nascere polemiche sulla sicurezza della loro ubicazione.[4]

Nel marzo del 2004 in città si ebbero casi di cani infettati dal virus della rabbia; essi contagiarono 5 abitanti, dei quali 3 perirono. Si arrivò al punto da dover costringere l'amministrazione cittadina ad abbattere 50 animali randagi.[5] Nell'ottobre dello stesso anno, Oyem subì interruzioni sulla rete di distribuzione dell'acqua e dell'energia elettrica; a dicembre invece si diffuse una rara variante della febbre tifoide, estesa a tutto il Gabon settentrionale.[6]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Le principali colture agricole di Oyem sono il cacao ed il caffè, trasportate ai porti camerunensi di Kribi e Douala per poter essere esportate. Altri importanti prodotti sono il caucciù e le patate.[1]

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Anno Abitanti[7]
1993 22 404
2008 38 079

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Oyem, in Encyclopædia Britannica, 2008. URL consultato il 13 agosto 2008.
  2. ^ Typhoid fever breaks out in northern Gabon, in Asia Africa Intelligence Wire, 7 gennaio 2005.
  3. ^ Gabon: Tourism and Investment Guide to Gabon, in Countries of the World, 1º gennaio 1991. URL consultato il 13 agosto 2008.
  4. ^ Mei-Ling Hopgood, Female Volunteers Warned Peace Corps about Danger in Gabon, in Dayton Daily News, 30 ottobre 2003. URL consultato il 13 agosto 2008.
  5. ^ Gabonese town slays 50 stray dogs, in Asia Africa Intelligence Wire, 17 marzo 2004.
  6. ^ Privatised water company runs into supply problems, in IRIN, 24 gennaio 2005. URL consultato il 13 agosto 2008 (archiviato dall'url originale il 3 marzo 2016).
  7. ^ Oyem, in World Gazetteer. URL consultato il 13 agosto 2008.
Controllo di autorità VIAF: (EN152567167
Africa Centrale Portale Africa Centrale: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa Centrale