Owen Chase

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Owen Chase

Owen Chase (Nantucket, 7 ottobre 1797Nantucket, 7 marzo 1869) è stato un navigatore e scrittore statunitense, primo ufficiale della baleniera Essex ed autore del testo Narrazione del naufragio della Baleniera Essex di Nantucket che fu affondata da un grosso Capodoglio a largo nell'Oceano Pacifico.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Della sua gioventù si sa poco o niente. Probabilmente nacque a Nantucket,[senza fonte] diventando ben presto marinaio e raggiungendo in breve tempo il posto di primo ufficiale della Essex. Dopo aver ucciso svariate balene (nella stiva si trovavano 800 barili d'olio), incrociarono in rotte sconosciute un branco di capodogli (Sperma Ceti, Parma Ceti o parmacetti all'epoca). Uno di essi sfondò una lancia e speronò varie volte la nave, facendola naufragare.

Per Chase e per il capitano, Pollard, fu difficile sopravvivere; l'arrivo in un isolotto segna un momentaneo risollevamento delle speranze. Tuttavia si tratta di una piccola isola, dalle risorse limitate quindi, dopo pochi giorni, Chase e compagni si vedono costretti ad abbandonarla, riprendendo il mare nella speranza di trovare qualche nave in rotta in quel tratto di mare che potesse trarli in salvo. Tre membri dell'equipaggio decidono tuttavia di restare sull'isola in attesa dei soccorsi; si tratta di Seth Weeks, William Wright e Thomas Chapple[1].

Le tre lance partite dall'isola si separano nei giorni seguenti: prima tocca a quella dello stesso Chase separarsi dalle altre due; in seguito anche la lancia del capitano si separò dalla terza[1].

Durante il peregrinare alla deria nell'oceano, le risorse si esaurirono progressivamente ed alcuni membri dell'equipaggio iniziarono a morire di stenti; il resto dell'equipaggio si vide costretto a cercare di sopravvivere attraverso atti di cannibalismo, cibandosi dei cadaveri dei propri compagni, destino comune ai sopravvissuti delle tre lsance.

Pare che, messi alle strette dalla mancanza di cibo e acqua, i marinai delle lance separatesi da quella di Chase arrivarono alla drammatica decisione di sacrificare un compagno estratto a sorte per potersi nutrire e sopravvivere.

L'11 giugno Chase torna a Nantucket a bordo della baleniera Eagle, capitanata da William H. Coffin[1]. Tornato a Nantucket, lavorò per diversi anni nelle baleniere. Dopo un po' si trasferisce con la sua famiglia, e in vecchiaia fu dichiarato insano di mente. Perseguitato da mal di testa e incubi sulla Essex, morì dopo il ritorno a Nantucket.

Nei media[modifica | modifica wikitesto]

Owen Chase è interpretato da Chris Hemsworth nel film In the Heart of the Sea del 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN79459158 · LCCN: (ENn80108841 · ISNI: (EN0000 0000 8453 8107 · BNF: (FRcb16677411x (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie
  1. ^ a b c Owen Chase, Narrative of the Whale-Ship Essex of Nantucket, in A Ria Press Edition, 2006, http://riapress.com/riapress/92x5t3bookpdfs/narrative%20of%20whaleship%20essex.pdf?-session=StoreSession:47BE26FA18d5331335pJJL9AA139.