Out of Sight (film)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Out of Sight
Out of sight.png
George Clooney in una scena del film
Titolo originaleOut of Sight
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1998
Durata123 min
RapportoWidescreen
Generecommedia, thriller, sentimentale, noir
RegiaSteven Soderbergh
SoggettoElmore Leonard
SceneggiaturaScott Frank
ProduttoreDanny DeVito, Michael Shamberg, Stacey Sher
Produttore esecutivoBarry Sonnenfeld, John Hardy
Casa di produzioneUniversal Pictures, Jersey Films
FotografiaElliot Davis
MontaggioAnne V. Coates
Effetti specialiCliff Wenger, Brad Kuehn
MusicheDavid Holmes
ScenografiaGary Frutkoff, Philip Messina, Maggie Martin
CostumiBetsy Heimann
TruccoKatherine James
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Out of Sight è un film del 1998 diretto da Steven Soderbergh, tratto dall'omonimo romanzo di Elmore Leonard.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un rapinatore di banche di carriera, Jack Foley, e uno sceriffo americano, Karen Sisco, sono costretti a condividere un bagagliaio durante la fuga di Foley da una prigione della Florida. Terminata la fuga i due si dividono ma Sisco, abile quanto determinata, vuole riacciuffare l'evaso che l'ha umiliata professionalmente ma soprattutto che l'ha affascinata con i suoi modi di fare gentili ed eleganti, e per questo lo inseguirà da uno Stato all'altro. Foley e i suoi amici, il braccio destro Buddy e il socio inaffidabile Glenn, si dirigono a nord verso Bloomfield Hills, un ricco sobborgo settentrionale di Detroit. Lì hanno in programma di fare una visita al losco uomo d'affari Ripley, che si è stupidamente vantato con loro in prigione anni prima di una serie di diamanti non tagliati nascosti nella sua casa.

Glenn inavvertitamente parla del piano dei diamanti allo spietato Maurice Miller, anche lui in prigione nello stesso periodo di Jack e Ripley. Questi pianifica di rapinare la dimora di Ripley con la sua banda, inclusi Kenneth e White Boy Bob. Maurice e Foley si accordano per unirsi al lavoro e dividere i guadagni, mentre Glenn si fa prendere dalla paura e fugge via, con Sisco che gli permette di scappare.

Prima della rapina, in un hotel di Detroit Foley e Sisco hanno un incontro romantico ma la domanda che perseguita Sisco, ovvero se stia davvero inseguendo Foley per arrestarlo o per amore, finisce in una resa dei conti durante la rapina a casa di Ripley aggiungendo che si è trattato solo di divertimento.

Nel corso della rapina, White Boy Bob si spara accidentalmente dopo essere inciampato sulle scale e muore, mentre Foley uccide Kenneth mentre sta tentando di violentare la governante/amante di Ripley, Midge. Sisco, dopo aver seguito la squadra a casa di Ripley, spara a Maurice e arresta Foley nonostante lui la implori di ucciderlo, indossando un passamontagna e dicendole di far finta che sia qualcun altro. Buddy, nel frattempo, scappa via con i diamanti.

La mattina dopo, Foley viene caricato a bordo di un furgone per essere riportato in prigione in Florida. Un altro detenuto si imbarca sul furgone e racconta a Foley di come in passato sia evaso di prigione per ben nove volte. Sisco sorride mentre il furgone parte per la Florida.

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN178030334 · LCCN (ENno2010110831 · GND (DE4618753-4
Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema