Otorrea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'otorrea è la secrezione prodotta dal condotto uditivo esterno in seguito alla perforazione della membrana timpanica.[1] Si possono avere secrezioni di fluido dal siero al sangue, fino al liquido cerebrospinale e ai suoi essudati nel caso di un'infiammazione purulenta.[2] Un'otorrea è, sovente, sintomo comune di patologia auricolare.[3]

Eziologia[modifica | modifica wikitesto]

Le cause dell'otorrea sono le seguenti[4]:

Esame[modifica | modifica wikitesto]

L'esame anamnestico tenta di stabilire una diagnosi in cui rilevare, tra le altre cose: la cronicità, l'acutezza, la secrezione unilaterale o bilaterale e la continuità della patologia.[5]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Joseph C. Segen, Concise Dictionary of Modern Medicine, New York, McGraw-Hill, 2006, ISBN 978-88-386-3917-3.
  • Douglas M. Anderson, A. Elliot Michelle, Mosby’s medical, nursing, & Allied Health Dictionary sesta edizione, New York, Piccin, 2004, ISBN 88-299-1716-8.
  • Antonio Quaranta, Fiorella Raffaella, Manuale di otorinolaringoiatria, Milano, McGraw-Hill, 1998, ISBN 88-386-2346-5.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Malattie dell'orecchio esterno (in PDF)
  2. ^ Otorrea, Unmedicopertutti.it.
  3. ^ Otorrea - Cause e sintomi, MyPersonalTrainer.it.
  4. ^ L' otorrea, Oltresalute.it.
  5. ^ L'otorrea può essere segno di perforazione, Pagine Mediche.it, 9 maggio 2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina