Othon Friesz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Othon Friesz nel 1930

Othon Friesz (Le Havre, 6 febbraio 1879Parigi, 10 gennaio 1949) è stato un pittore francese, uno dei più importanti esponenti del fauvismo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un capitano di mare, si formò con Leon Bonnat, ma anche visitando frequentemente il Louvre di Parigi.

Inizialmente impressionista, subì poi l'influsso di Van Gogh e Gauguin. Nel 1905 espose per la prima volta alcune sue opere, al Salon d'Automne, dove erano di scena anche dipinti dei pittori fauves Matisse e Braque, che suscitarono subito in lui viva ammirazione. Un anno più tardi Othon Friesz era già a tutti gli effetti un artista fauve: si recò infatti con Braque in Belgio, dove entrambi lavorarono agli stessi soggetti. Freisz soggiornò poi nel Midi, eseguendovi alcune delle sue opere migliori. Di ritorno a Parigi, Freisz rimase fedele alla linea fauve, mentre Braque si apprestava a entrare nella fase cubista. Nel 1912 Freisz aprì un atelier in Normandia; sette anni dopo tornò a Parigi, che divenne da allora la sua sede stabile, anche se vi furono poi molti altri viaggi, che l'avrebbero portato diverse volte in Italia. Dipinse soprattutto paesaggi, scorci urbani e nature morte.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • André Salmon, Émile-Othon Friesz. Étude critique, collection « Les peintres nouveaux » (n° 5), Paris, NRF-Gallimard, 1920.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN2603019 · ISNI (EN0000 0001 1436 7346 · Europeana agent/base/155236 · LCCN (ENnr96003823 · GND (DE118703285 · BNF (FRcb129479767 (data) · ULAN (EN500031339 · WorldCat Identities (ENlccn-nr96003823