Osteria del Curato (zona di Roma)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Osteria del Curato
StatoItalia Italia
RegioneLazio Lazio
ProvinciaRoma Roma
CittàRoma-Stemma.png Roma Capitale
CircoscrizioneMunicipio Roma VII
Data istituzione29-30 luglio 1977[1]
Codice10F
Superficie2,35 km²
Abitanti20 500 ab.[2] (2015)
Densità8 723,4 ab./km²

Coordinate: 41°50′52.63″N 12°35′18.09″E / 41.847954°N 12.588358°E41.847954; 12.588358

Osteria del Curato è la zona urbanistica 10F del Municipio Roma VII (ex Municipio Roma X) di Roma Capitale. Si estende sulla zona Z. XV Torre Maura e, in piccola parte, sul quartiere Q. XXIV Don Bosco.

L'omonima frazione si trova sul lato sud della via Tuscolana, nella zona Z. XVIII Capannelle, corrispondente alla zona urbanistica 10E Lucrezia Romana.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Osteria del Curato locale dismesso servizi tranviari STEFER Roma Castelli Romani

È situata a sud-est della capitale, internamente e a ridosso del Grande Raccordo Anulare, sul lato nord della via Tuscolana, chiusa fra via di Torre Spaccata ed il prosieguo di viale Bruno Pelizzi fino all'altezza di viale Rolando Vignali e, da qui, in linea d'aria fino allo svincolo della diramazione sud della autostrada A1 sul GRA. Da questo fino allo svincolo con via Tuscolana.

La zona urbanistica confina:

Geografia antropica[modifica | modifica wikitesto]

Urbanistica[modifica | modifica wikitesto]

Questa area ha conosciuto il suo grande sviluppo dalla fine degli anni settanta con le lottizzazioni di Cinecittà Est: la dotazione di infrastrutture e servizi si può definire completata solo alla fine degli anni novanta.

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma A.svg È raggiungibile dalle stazioni Cinecittà e Anagnina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Delibera consiliare n. 2983 del 29-30 luglio 1977.
  2. ^ Roma Capitale - Roma Statistica. Popolazione iscritta in anagrafe al 31 dicembre 2015 per zone urbanistiche.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma