Ossiemia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il termine ossiemia indica la percentuale di ossigeno disciolta nel sangue e può essere espressa come percentuale oppure come pressione in millimetri di mercurio.

Si può misurare in modo non invasivo con uno strumento detto saturimetro o ossimetro che esprime un valore percentuale oppure mediante prelievo di sangue arterioso mediante un esame di Emogasanalisi (abbreviato EGA) che esprime un valore di pressione (PaO2) in mmHg.

In genere la saturazione per un individuo in buona salute può oscillare tra i 95% e 100%, sotto il 90% viene definita patologica.

I valori in mmHg per la PaO2 per un individuo sano non fumatore in posizione seduta possono oscillare tra i 98 mmHg di un ventenne e intorno agli 80 mmHg di un soggetto anziano.

Viene definita ipossiemia una PaO2 minire di 60 mmHg o inferiore al 90%.

Le cause possono essere a carico dell'apparato respiratorio oppure a carico dell'apparato cardiaco o di entrambi.

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina