Osservatorio dell'Alta Provenza

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Osservatorio dell'Alta Provenza
OHP telescope193.JPG
Il telescopio riflettore da 1,93 metri dell'osservatorio
OrganizzazioneCNRSINSU
Codice511
StatoFrancia Francia
LocalitàSaint-Michel-l'Observatoire
Coordinate43°55′51″N 5°42′48″E / 43.930833°N 5.713333°E43.930833; 5.713333
Altitudine650 m s.l.m.
Fondazione1937
Sitoobs-hp.fr
Telescopi
T193Riflettore 1,93 m
T152Riflettore 1,52 m
T120Riflettore 1,20 m
T80Riflettore 0,80 m
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Francia
Osservatorio dell'Alta Provenza
Osservatorio dell'Alta Provenza

L'osservatorio dell'Alta Provenza  (in francese Observatoire de Haute-Provence) è un osservatorio astronomico situato nel sud della Francia, nel dipartimento delle Alpi dell'Alta Provenza.

Si trova circa 100 km a nord di Marsiglia e 90 km a est di Avignone, alla quota di 650 m s.l.m.., nei pressi del paese di Saint-Michel-l'Observatoire.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La decisione di costruire un osservatorio nel sud della Francia fu presa nel 1936, in seguito alla creazione del Centre national de la recherche scientifique. Il sito fu scelto da un comitato scientifico diretto da Jean Perrin, in quanto la zona, pur non trovandosi ad una quota elevata, gode di un alto numero di notti serene durante l'anno e la presenza del maestrale permette un notevolmente miglioramento del seeing.

I lavori iniziarono nel 1937 ma subirono un notevole rallentamento dopo l'inizio della seconda guerra mondiale. Il primo telescopio ad entrare in funzione fu il riflettore di 80 cm (apertura dello specchio primario), già presente dal 1932 per verificare l'idoneità del sito, ma installato all'interno della cupola nel 1945. Nel 1943 fu installato un riflettore di 1,20 m, proveniente dall'osservatorio di Parigi.

Nel 1958 entrò in funzione il riflettore di 1,93 m di apertura, tuttora il più grande dell'osservatorio, e nel 1967 uno di 1,52 m di apertura. Quest'ultimo è quasi identico a quello presente nel European Southern Observatory in Cile ed è impiegato per studi di spettroscopia, tramite lo spettrografo ad alta risoluzione Aurélie.

L'osservatorio restò per molto tempo il più importante d'Europa. Nel 1995, per mezzo dello spettrografo ELODIE del riflettore di 1,93 m, gli astronomi Michel Mayor e Didier Queloz scoprirono il primo pianeta extrasolare, 51 Pegasi b, orbitante attorno alla stella della sequenza principale 51 Pegasi, distante 47,9 a.l. dal Sole.

Nel 2006 è stato installato lo spettrografo di alta precisione SOPHIE, che in novembre 2013 ha permesso di confermare, tramite il metodo della velocità radiale, la scoperta di un pianeta extrasolare orbitante attorno alla stella Kepler-88, la cui presenza era stata ipotizzata in aprile 2012 per mezzo del satellite COROT.[1]

L'osservatorio dell'Alta Provenza ospita anche un importante centro di studi sull'atmosfera terrestre, dotato di strumentazioni Lidar e palloni aerostatici per lo studio della stratosfera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Sito ufficiale, su obs-hp.fr. URL consultato il 26 aprile 2015 (archiviato dall'url originale il 30 settembre 2015).
Controllo di autoritàVIAF (EN143883626 · ISNI (EN0000 0001 0668 6267 · LCCN (ENn83029090 · WorldCat Identities (ENlccn-n83029090
  Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica