Osservatorio astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Osservatorio Fondation Clément Fillietroz
The Astronomical Observatory of the Aosta Valley (wallpaper).jpg
OrganizzazioneFondazione Clément Fillietroz - Onlus
CodiceB04
StatoItalia Italia
Localitàvallone di Saint-Barthélemy
Coordinate45°47′22.88″N 7°28′42.67″E / 45.78969°N 7.47852°E45.78969; 7.47852Coordinate: 45°47′22.88″N 7°28′42.67″E / 45.78969°N 7.47852°E45.78969; 7.47852
Altitudine1 675 m s.l.m.
Fondazione2003
Sitowww.oavda.it
Telescopi
telescopio principale810 mm f/7,8
siderostato120 mm f/2000
Sette telescopi250 mm f/10
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
Osservatorio Fondation Clément Fillietroz
Osservatorio Fondation Clément Fillietroz
Panorama dell'osservatorio
L'ingresso
La didattica all'aperto
Il Planerario di Lignan

L'osservatorio astronomico della Regione Autonoma Valle d'Aosta (OAVdA) è stato inaugurato a metà del 2003. È equipaggiato delle più moderne strumentazioni, al fine di favorire sia l'attività di ricerca che quella di divulgazione.

La struttura è gestita, insieme al planetario di Lignan, dalla Fondazione Clément Filliétroz - Onlus, e la sua attività è caratterizzata da un'estrema apertura al pubblico, agli studenti, ai turisti, agli astroamatori, per stimolare la divulgazione dell'astronomia.

Presso l'osservatorio si situa anche la stazione meteorologica di Nus-Saint-Barthélemy. Nella lista dei codici degli osservatori del Minor Planet Observations il codice dell'osservatorio è il B04[1].

Il luogo[modifica | modifica wikitesto]

L'osservatorio si trova vicino al villaggio di Lignan, a 1 675 metri, nella parte alta del vallone di Saint-Barthélemy, a monte del capoluogo di Nus. La frazione di Lignan si presenta come una terrazza naturale, a ridotto impatto luminoso (inquinamento luminoso) e caratterizzata da una debole tendenza a turbolenze atmosferiche.

La ricerca scientifica nell'osservatorio astronomico[modifica | modifica wikitesto]

Ricercatori al lavoro con il telescopio Ritchey-Chrétien.

.

Nell'osservatorio sono attivi quattro progetti di ricerca istituzionali che spaziano dallo studio del sistema solare (ricerca e caratterizzazione di asteroidi) all'indagine sulle stelle della Via Lattea, l'osservazione delle galassie lontane e ricerca di pianeti extrasolari. Inoltre l'OAVdA partecipa, su esplicite richieste di altri istituti in Italia e all'estero, anche a collaborazioni internazionali per specifiche campagne di studio, che si svolgono in periodi ben determinati di tempo a seconda del fenomeno celeste da osservare e analizzare.

Sono state prodotte alcune decine di pubblicazioni scientifiche con peer review, comparse negli atti di importanti congressi internazionali e su riviste specializzate di riferimento a livello mondiale come Astronomy & Astrophysics, The Astrophysical Journal, Icarus, Publications of the Astronomical Society of the Pacific, The Astronomical Journal. I ricercatori in OAVdA tra la fine del 2011 e l'inizio del 2012 sono stati associati all'INAF (Istituto nazionale di astrofisica)[2].

Il laboratorio eliofisico[modifica | modifica wikitesto]

L'osservatorio astronomico è dotato anche di un laboratorio eliofisico, un'aula didattica nella quale è possibile, durante le visite diurne, proiettare il Sole e svolgere osservazioni di gruppo del Sole in piena sicurezza per la vista tramite un telescopio dotato di uno specchio di 250 mm. Inoltre il laboratorio è dotato anche di filtro H-α utile per l'osservazione della cromosfera solare.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]