Ospedale psichiatrico di San Salvi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 43°46′14.88″N 11°17′12.16″E / 43.7708°N 11.286711°E43.7708; 11.286711

La torre idrica

L'ex-ospedale psichiatrico di San Salvi si trova a Firenze in via di San Salvi.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Fu costruito nel 1890 su disegno dell'architetto Giacomo Roster.

Vi resta una chiesa dedicata a san Giovanni Battista, che fu poi elevata a parrocchia sin dal 1903. Era legata al complesso ospedaliero e veniva officiata per i degenti nonché per il personale dei padiglioni. Il nome derivò da quello dell'ex ospedale per i malati di mente di San Bonifazio (detto appunto di San Giovanni Battista) in via San Gallo e dalla località della chiesa e monastero vallombrosano.

L'assistenza spirituale ai pazienti fu assicurata dai padri cappuccini fino al 1988, quando furono sostituiti da due diaconi delegati dall'Arcivescovado.

L'ospedale venne sostituito dall'ospedale psichiatrico Vincenzo Chiarugi sullo stesso sito in via San Salvi. Da qui deriva il modo di dire fiorentino andare a San Salvi cioè impazzire, con le varianti di andare ai tetti rossi, per via del colore delle tegole, o andare al Madonnone, dal nome del grande tabernacolo nelle vicinanze.

Opere già in San Salvi[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Firenze Portale Firenze: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Firenze