Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Osorkon IV

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Osorkon IV
Louvre egide tete lionne.JPG
Egida di Sekhmet a nome di Osorkon IV. Parigi, Louvre.
Re dell'Alto e Basso Egitto
Stemma
In carica Terzo periodo intermedio
Incoronazione 729 a.C.
Predecessore Sheshonq V
Successore Pianki (XXV dinastia)
Morte  ?
Dinastia XXII dinastia egizia

Osorkon IV (anche Aakheperra-setepenamon Userken-meriamon) (... – ...) è stato un faraone della XXII dinastia egizia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Il regno di Osorkon IV fu il punto di massima frammentazione politica dell'Egitto nel corso del Terzo periodo intermedio.
Il potere di Osorkon si estendeva solamente sulle città di Tanis e Bubasti e su una piccola parte della regione orientale del delta del Nilo.
Sempre nel delta orientale la città di Horbeit (Farbeto), ed il territorio circostante, pur dichiarandosi vassalla del sovrano si governava, di fatto, in modo autonomo.
La città di Sais, dove durante il regno di Sheshonq V si era costituito un principato autonomo, divenne la capitale dei sovrani della XXIV dinastia che assunsero i titoli della regalità, a partire da Tefnakht, oltre a quelli di Grande Capo dei Libu, e Signore delle Terre Occidentali ed occuparono Menfi. Contemporaneamente a Leontopoli regnava un sovrano della XXIII dinastia e le città di Sma-Behdet, Mendes, Sebennito e Busiri erano governate, come principati autonomi, da principi libici imparentati con la XXII dinastia.
Tebe e buona parte dell'Alto Egitto erano ormai caduti sotto il controllo dei sovrani di Nubia, che dettero poi origine alla XXV dinastia e che avevano posto termine al governo del Primo Profeta di Amon.
A tale situazione di frammentazione si aggiunse la minaccia assira, i cui eserciti, sotto la guida di Sargon II, stavano combattendo per il controllo della Palestina.
La fine della XXII dinastia giunse quando Piankhi, primo sovrano ufficiale della XXV dinastia, muovendo da Tebe occupò Menfi e minacciò Sais. A questo punto Osorkon IV, pressato da est dell'espansionismo assiro, non trovò altra soluzione che rendere omaggio al nuovo sovrano di quasi tutto l'Egitto.

Titolatura[modifica | modifica wikitesto]

Titolo Traslitterazione Significato Nome Traslitterazione Lettura (italiano) Significato
G5
ḥr Horo
Srxtail.jpg
G16
nbty (nebti) Le due Signore
G8
ḥr nbw Horo d'oro
M23
X1
L2
X1
nsw bjty Colui che regna
sul giunco
e sull'ape
Hiero Ca1.svg
N5 O29 L1 C12 U21
n
Hiero Ca2.svg
ˁ3 ḫpr rˁ stp.n imn Aakheperra setepenamon Grande è la manifestazione di Ra, scelto da Amon
G39 N5
s3 Rˁ Figlio di Ra
Hiero Ca1.svg
i mn
n
mr V4 Aa18 r
n
V31
Hiero Ca2.svg
wsrkn mr imn Userken (Osorkon) meriamon Osorkon amato da Amon

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Signore dell'Alto e del Basso Egitto Successore Double crown.svg
Sheshonq V 729718 a.C. Pianki (XXV dinastia)

Predecessore Governatore di Tanis Successore
Sheshonq V 729 a.C. – ? Gemnefkhonsubak (non diretto)