Oskolki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oskolki
StatoRussia Russia
Linguarusso
Periodicitàsettimanale
Genererivista satirica e letteraria
FondatoreRoman Romanovič Golike
Fondazione1881
Chiusura1916
SedeSan Pietroburgo
Direttore
 
Oskolki, copertina di un numero del 1911

Oskolki (traslitterazione del cirillico: Осколки; in lingua italiana: Schegge o Frammenti) è stata una rivista umoristica e letteraria russa a periodicità settimanale pubblicata a San Pietroburgo (Impero russo) fra il 1881 e il 1916.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La rivista fu fondata da Roman Romanovič Golike, che ne fu il direttore durante il primo anno di vita. Nel 1882 ne divenne direttore lo scrittore Nikolaj Aleksandrovič Lejkin, il quale diresse la rivista fino al 1906[1]. Fu Lejkin a prender contatto con Anton Čechov il quale pubblicò sulla rivista numerosi racconti sotto lo pseudonimo di Antoša Čechontè[2][3]. Nel biennio 1906-1908 diresse la rivista lo scrittore-umorista Viktor Viktorovič Bilibin sotto lo pseudonimo di I. Grèk[1].

Collaboratori (selezione)[modifica | modifica wikitesto]

Scrittori[modifica | modifica wikitesto]

Pittori[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrej Andreevič Ivanovskij, «Oskolki». In: Russkaâ periodičeskaâ pečat’ (1702—1894): Spravočnik (I periodici russi (1702-1894): un manuale), Mosca: Politizdat, 1959, p. 629
  2. ^ «Lejkin, Nikolaj Aleksandrovič» in Enciclopedia on-line Treccani
  3. ^ Henry Troyat, Anton Čechov, Milano: Rusconi, 1988, pp. 54 segg., ISBN 88-18-23021-2

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]