Osceola (capo seminole)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Osceola

Osceola (Tallassee, 1804Fort Moultrie, 1838) è stato un militare nativo americano.

Nato col nome di Billy Powell, era figlio di un mercante di origine britannica e di una donna Creek con ascendenze scozzesi e irlandesi. Dopo la sconfitta dei Bastoni Rossi, nel 1814, la madre di Osceola, Polly Coppinger, lasciò l'Alabama, insieme con altri sopravvissuti Creek, portando con sé il figlio, e si rifugiò in Florida, al tempo ancora in parte sotto il controllo spagnolo, dove i rifugiati furono accolti dalla popolazione nativa dei Seminole e dove il giovane Billy assunse il nome di Osceola. Divenuto capo, si oppose al trasferimento della sua tribù dalla Florida - dal 1821 territorio autonomo, ma di fatto sotto il controllo degli Stati Uniti - a una riserva a ovest del Mississippi, così si ritrovò a far guerra ai coloni statunitensi. Comandò, utilizzando l'arte della guerriglia, i Seminole dal 1832 al 1837 (v. Seconda guerra seminole), spesso ottenendo successi rilevanti. Fu catturato con l'inganno nell'ottobre del 1837 a St. Augustine in Florida e imprigionato a Fort Moultrie, ove morì, tre mesi dopo, quasi certamente a causa di una tonsillite.

Controllo di autorità VIAF: (EN52490092 · LCCN: (ENn80023112 · ISNI: (EN0000 0001 2211 0743 · GND: (DE119016400 · BNF: (FRcb12481645n (data) · ULAN: (EN500093069 · CERL: cnp00544993
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie