Oscar Tacchi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oscar Ettore Tacchi
Nazionalità Italia Italia
Altezza 175[1] cm
Peso 66[1] kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1991
Carriera
Giovanili
Irpinia[1]
Squadre di club1
1977-1978 Irpinia 16 (5)
1978-1982 Casertana 102 (39)[2]
1982-1985 Campobasso 91 (23)
1985-1986 Genoa 28 (8)
1986-1987 Lecce 31 (6)
1987-1988 Ancona 33 (9)
1988-1989 Spezia 32 (14)[3]
1989-1991 Vicenza 34 (6)
1991 Francavilla 13 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Oscar Tacchi (Alessandria, 18 giugno 1959) è un dirigente sportivo ed ex calciatore italiano, di ruolo attaccante.

Nella sua carriera agonistica ha disputato 150 incontri in Serie B e 117 incontri in Serie C1. Figlio del calciatore Juan Carlos, è il fratello di Giancarlo e di Maurizio, entrambi calciatori.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la carriera nell'Irpinia, con cui ottiene l'undicesimo posto del Girone G della Serie D 1977-1978.

Dal 1978 al 1982 milita nella Casertana, società con cui vince il Girone C della Serie C2 1980-1981, ottenendo la promozione in categoria superiore. La stagione seguente, in Serie C1, ottiene il settimo posto del Girone B.

Nel 1982 viene ingaggiato dal Campobasso, club con cui gioca tre stagioni tra i cadetti, ottenendo tre salvezze consecutive.

Nel 1985 passa al Genoa, società con cui ottiene il settimo posto della Serie B 1985-1986.

Lascia i liguri dopo una sola stagione, poiché quella seguente la disputa, sempre tra i cadetti, al Lecce. Con i pugliesi perde la promozione in massima serie dopo aver perso gli spareggi con il Cesena.

Nel 1987 è ingaggiato dall'Ancona, club di terza serie. Con i dorici vince il Girone A della Serie C1 1987-1988, ottenendo la promozione tra i cadetti.

Nel 1988 passa allo Spezia, sempre in terza serie. Con i liguri sfiora la promozione tra i cadetti, giungendo al terzo posto del Girone A della Serie C1 1988-1989, a due punti dalla Triestina promossa.

L'anno dopo è tra le file del Lanerossi Vicenza. Con i berici ottiene la salvezza dopo lo spareggio contro vinto contro il Prato nel Girone A della Serie C1 1989-1990 dove realizza il secondo gol dei veneti allo scadere del tempo.

Con i vicentini milita sino al gennaio 1991, quando è ingaggiato dal Francavilla. Con gli abruzzesi ottiene il sesto posto del Girone C della Serie C2 1990-1991.

Dirigente sportivo[modifica | modifica wikitesto]

Ritiratosi dall'attività agonistica, ricopre l'attività di direttore generale per varie società calcistiche come Faenza,[4] Chieti[4] e Sassuolo.[4]

Il 23 agosto 2007 diviene responsabile del settore giovanile del Ravenna.[4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Giocatore[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Casertana: 1980-1981
Ancona: 1987-1988

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Calciatori ‒ La raccolta completa Panini 1961-2012, Vol. 1 (1984-1985), Panini, 7 maggio 2012, p. 61.
  2. ^ Statistiche su Casertana.net Archiviato il 15 marzo 2010 in Internet Archive.
  3. ^ la foto del giorno - Oscar Tacchi, vent'anni dopo[collegamento interrotto] Cittadellaspezia.it
  4. ^ a b c d Oscar Tacchi nuovo responsabile del settore giovanile Ravennacalcio.com

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davide Rota, Dizionario illustrato dei giocatori genoani, De Ferrari, 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]