Oscar Levertin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Oscar Levertin in un quadro di Carl Larsson del 1906.

Oscar Levertin (Norrköping, 17 luglio 1862Stoccolma, 22 settembre 1906) è stato uno scrittore svedese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La sua carriera di studi culminò con la frequentazione dell'Università di Uppsala.[1]

Successivamente si trasferì a Stoccolma per insegnare letteratura.

Dal 1897 collaborò con il giornale conservatore Svenska Daghladet come critico letterario.[1]

In collaborazione con Verner von Heidenstam abbandonò il naturalismo degli esordi, e scrisse l'opera polemica Il matrimonio di pepita (1890), che reagiva al realismo sociale in nome dell'ormai dominante decadentismo, di un simbolismo mistico e sensuale e di una «fantasia coloristica orientale».[1]

Di analoga ispirazione sono le liriche Leggende e ballate (1891) e Nuove poesie (1894).

Importante la sua attività critica: Dall'epoca di Gustavo III (1896), Figure svedesi (1904), nella quale descrisse e approfondì gli sviluppi della poesia e delle arti figurative nelle varie epoche, oltre che analizzare la letteratura ed il teatro con rigore scientifico.[1]

Opere principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Från Rivieran: skisser från Medelhavskusten (1883)
  • Småmynt (1883)
  • Konflikter: nya noveller (1885)
  • Pepitas bröllop (with Verner von Heidenstam) (1890)
  • Legender och visor (1891)
  • Diktare och drömmare (1898)
  • Rococo-noveller (1899)
  • Magistrarne i Österås (1900)
  • Svenska gestalter (1903)
  • Kung Salomo och Morolf (1905)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d le muse, VI, Novara, De Agostini, 1964, p. 456.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (SV) Frederik Böök, Minne av Oscar Levertin, Stoccolma, Norstedt, 1950.
  • (SV) Carl A. Fehrmann, Levertins lyrik, Lund, Gleerup, 1945.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN51812777 · ISNI (EN0000 0001 2132 9049 · LCCN (ENn83224578 · GND (DE119222760 · BNF (FRcb12674305f (data) · WorldCat Identities (ENlccn-n83224578