Orzo (alimento)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'orzo è un cereale, impiegato come alimento, ottenuto dalle cariossidi dell'Hordeum vulgare (Graminacee), utilizzate come tali oppure trasformate.

Storia[modifica | modifica sorgente]

L'Hordeum vulgare, da quanto ne sappiamo, era già coltivato in Medio Oriente nel VII millennio a.C. e poi fu diffuso, grazie ai commerci, in tutto il mondo. La resa di questo cereale della famiglia Triticum è in forte aumento anche se, la bassa resistenza all'allettamento ancora ne fa risentire.

Questo cereale, oltre che per la granella d'alimentazione, viene coltivato per il foraggio, ovvero per l'alimentazione degli animali da allevamento e inoltre viene utilizzato nell'industria degli alcolici già dai tempi dell'antico Impero romano.

Utilizzo[modifica | modifica sorgente]

L'utilizzo dell'orzo abbraccia diversi settori:

Alimentazione umana: la granella è impiegata per la produzione di farine, destinate principalmente alla panificazione, oppure, opportunamente trattato, come ingrediente per piatti a base di cereali e per dolciumi.

Bevande: previa tostatura, macinazione o liofilizzazione l'orzo è impiegato per preparare il caffè d'orzo e come componente base per la produzione di altre bevande con sapore simile al caffè ma prive di caffeina (tra cui lo yannoh). Previa trasformazione in malto, l'orzo è impiegato come materia prima nei birrifici per la produzione della birra, e nelle distillerie per la produzione di liquori ad alta gradazione alcolica.

Zootecnia: dopo il mais, l'orzo è il principale cereale destinato ad usi zootecnici. In questo caso l'impiego può riguardare la granella tal quale, senza alcun trattamento, oppure come mangime opportunamente trattato. Un impiego di secondaria importanza è l'insilamento, che riguarda in questo caso la pianta intera raccolta a maturazione cerosa.

Derivati dell'orzo nell'alimentazione umana[modifica | modifica sorgente]

Orzo tostato solubile[modifica | modifica sorgente]

Tostato in forno a temperature sui 170-180 °C e macinato molto finemente, fino ad ottenere una polvere simile alla farina. Si usa per preparare velocemente delle bevande aggiungendo acqua o latte. Le bevande vengono anche usate come sostitutivi del caffè.

Orzo perlato[modifica | modifica sorgente]

I campi vuoti indicano che non sono disponibili i valori relativi a quel nutriente, tuttavia non ne escludono la presenza.
I campi che contengono 0.00, invece, indicano la totale assenza di quel nutriente.

Orzo perlato
(Valori nutrizionali per 100 g di parte edibile)
Energia
KCal 319.00
KJoule 1333.00
Calorie da proteine 13.00 %
Calorie da carboidrati 83.00 %
Calorie da grassi 4.00 %
Composizione chimica Quantità
Parte edibile 100.00 %
Acqua 12.20 g
Proteine 10.40 g
Carboidrati 70.50 g
di cui ...
zuccheri solubili 10.00 g
amido 64.10 g
Grassi 1.40 g
0.29 (saturi)
0.14 g (monoinsaturi)
0.77 g (polinsaturi)
Fibra totale 9.20 g
4.41 g (solubile)
4.83 g (insolubile)
Colesterolo 0.00 mg
Alcool 0.00 g
Acido Fitico 0.48 mg
Vitamine Quantità
Tiamina (B1) 0.09 mg
Riboflavina (B2) 0.08 mg
Niacina (B3) 3.10 mg
Vitamina A (Retinolo eq.) 0.00 µg
Vitamina C 0.00 mg
Vitamina E 0.13 mg
Minerali Quantità (mg)
Calcio 14.00
Ferro 0.70
Fosforo 189.00
Magnesio 79.00
Potassio 120.00
Rame 0.42
Selenio 3.770
Zinco 2.13
Aminoacidi mg
Lisina 369.00
Istidina 223.00
Arginina 496.00
Acido aspartico 619.00
Treonina 337.00
Serina 418.00
Acido glutamico 2588.00
Prolina 1178.00
Glicina 359.00
Alanina 386.00
Cistina 219.00
Valina 486.00
Metionina 190.00
Isoleucina 362.00
Leucina 673.00
Tirosina 284.00
Fenilalanina 556.00
Triptofano 165.00
Confronto tra orzo mondato e orzo perlato
Composizione Orzo mondato Orzo perlato
acqua (%): 11,0 12,0
proteine (%): 11,0 10,4
lipidi (%): 2,2 1,4
glucidi (%): 73,5 82,3
ferro (mg/100g): 3,5 1,0
calcio (mg/100g): 40,0 14,0
fosforo (mg/100g): 380,0 190,0
tiamina-B1 (="):" 0,3 0,1
riboflavina-B2 (="):" 0,2 0,1
niacina-B3 (="):" 2,5 3,1

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]