Orrorin tugenensis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Orrorin tugenensis
Orrorin tugenensis.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Mammalia
Ordine Primates
Superfamiglia Hominoidea
Famiglia Hominidae
Sottofamiglia Homininae
Tribù Hominini
Sottotribù Hominina
Genere Orrorin
Specie O. tugenensis
Nomenclatura binomiale
Orrorin tugenensis

Orrorin tugenensis (nome comune: Millennium man) è il nome dato ad una serie di reperti rinvenuti nel 2000 a Kapsomin (lago Baringo, Tugen Hills, Kenya) da una équipe franco-keniota guidato da Martin Pickford e Brigitte Senut[1].

Il record originale comprende tredici frammenti appartenenti ad almeno cinque individui[2]: i principali sono una mandibola frammentaria (olotipo della specie), un femore ed un omero. A questi si aggiunge un molare inferiore rinvenuto nel 1974 a Cheboit. Non esistono ad oggi datazioni assolute; l'orizzonte geologico (formazione di Lukeino) in cui i reperti sono stati rinvenuti è stato datato a circa 6 milioni di anni fa[3].

Descrizione dei reperti[modifica | modifica wikitesto]

La mandibola presenta un corpo alto. I denti anteriori sono simili più a quelli di una grande scimmia antropomorfa che non a quelli di un ominide; i denti giugali sono piccoli ed hanno uno smalto dentale spesso. Il canino è simile a quello di uno scimpanzé di sesso femminile e presenta un solco verticale frequente nelle grandi scimmie ma assente in tutti gli ominidi[2][4]. Il femore, lungo almeno 298 mm[5], ha testa sferica e rivolta antero-superiormente; il collo è lungo e compresso in senso antero-posteriore. Di particolare interesse la distribuzione della corticale del collo del femore; a differenza di quanto si osserva per le grandi scimmie infatti, dove la corteccia ha distribuzione omogenea, in Orrorin si ha una distribuzione non uniforme simile, ma non identica, a quella osservabile negli ominidi[6]. Alcuni studiosi hanno però contestato le conclusioni sulla distribuzione della corticale, suggerendo ulteriori studi di approfondimento[7]. Le caratteristiche del femore suggeriscono un peso corporeo di circa 35–50 kg[8]. Se questo dato fosse confermato, Orrorin tugenensis si caratterizzerebbe come un ominide dai denti piccoli rispetto alle dimensioni corporee.

Criticità della specie[modifica | modifica wikitesto]

L'andatura bipede[modifica | modifica wikitesto]

Orrorin tugenensis aveva già sviluppato una deambulazione bipede. Lo affermano B.G. Richmond della G. Washington University e W.L. Jungers della Stony Brook University nello Stato di New York, grazie allo studio della morfologia del femore, confrontato con quelli delle grandi scimmie e degli altri ominini fossili. In particolare questo reperto ha rivelato una forte somiglianza con quelli di Australopithecus e di Paranthropus. Tale morfologia suggerisce una biomeccanica dell'articolazione dell'anca adatta all'andatura bipede. [9] L’andatura bipede di Orrorin è stata confermata anche da Sergio Almécija del Dipartimento di Scienze anatomiche della Stony Brook University,

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Senut B., Pickford M., Gommery D., Mein P., Cheboi K. & Y. Coppens, 2001: First hominid from the Miocene (Lukeino Formation, Kenya)Premier hominidé du Miocène (formation de Lukeino, Kenya). Comptes Rendus de l'Académie des Sciences, Series IIA - Earth and Planetary Science 332 (2): 137-144. Abstract consultabile al link: http://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S1251805001015294
  2. ^ a b Senut et al., 2001: op. cit.
  3. ^ Sawada Y., PIckford M., Senut B., Itaya T., Hyodo M., Miura T., Kashine C., Chujo T. & H. Fujii, 2002: The age of Orrorin tugenensis , an early hominid from the Tugen Hills, Kenya. Comptes Rendus Palevol 1 (5): 293-303. Abstract consultabile al link: http://www.em-consulte.com/article/129251
  4. ^ Mallegni F. (a cura di), 2004: Come eravamo. Il divenire biologico della famiglia degli ominidi. LTU Guarguaglini. Pisa (pp. 45-57).
  5. ^ Nakatsukasa M., Pickford M., Egi N. & B. Senut, 2007: Femur length, body mass, and stature estimates of Orrorin tugenensis, a 6 Ma hominid from Kenya. Primates 48 (3): 171-178. Astract consultabile all'indirizzo: http://www.springerlink.com/content/u531155613465n8t
  6. ^ Galik K., Senut B., Pickford M., Gommery D., Treil J., Kuperavage A. K. & R. B. Eckhardt, 2004: External and Internal Morphology of the BAR 1002'00 Orrorin tugenensis Femur. Science ns 305 (5689): 1450-1453. Abstract consultabile all'indirizzo: http://www.sciencemag.org/content/305/5689/1450.abstract
  7. ^ Va in questo senso un successivo studio (2013) di Sergio Almécija del dipartimento di Scienze anatomiche della Facoltà di Medicina della Stony Brook University, e di altri studiosi, spagnoli e italiani [10]. Secondo tale studio, Orrorin tugenensis sarebbe uno dei primi ominidi adattati all'andatura bipede Tale studio ha dato anche una collocazione definitiva a Orrorin, all’interno delle diverse specie di scimmie antropomorfe; il femore infatti ha alcune caratteristiche proprie delle “australopitecine” e altre del tutto simili a quelle già presenti nelle scimmie del Miocene, tra 23 milioni di anni fa e 5,3 milioni di anni fa. Orrorin si situa quindi in un punto intermedio tra le scimmie del Miocene e le australopitecine. Ohman J., Lowejoy C. O. & T. D. White, 2005: Questions about Orrorin Femur. Science ns 307 (5711): 845. Gli autor scrivono a proposito del lavoro di Galik e colleghi: “The paper shows ingenuity and skill correcting for improper specimen orientation in the original scans published in 2002. However the adjusted results are still inadequate to determine whether the femoral neck's cortical thickness conforms to a human”. La replica di Galik e colleghi è stata pubblicata di seguito alla lettera di Ohman, Lowejoy e White.
  8. ^ Nakatsukasa M. et al., 2007: op. cit.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]