Orrilo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Orrilo
Orlando Furioso 35.jpg
Gustave Doré, La fine di Orrilo (incisione)
UniversoOrlando furioso
AutoreLudovico Ariosto
Specieumano
SessoMaschio
Professioneladrone

Orrilo è un personaggio dell' Orlando Furioso. La sua vicenda è narrata nel canto quindicesimo.

Il paladino Astolfo, dopo essere riuscito a fuggire dall'isola della fata Alcina, sta facendo ritorno in Occidente per portare aiuto a Carlo Magno assediato dai Saraceni in Parigi: giunto in Egitto, apprende che presso la foce del Nilo vive Orrilo, famigerato gigante e ladrone che può perire solo se gli viene reciso un capello fatato, e decide di affrontarlo. Astolfo sorprende Orrilo e lo decapita, venendo prontamente inseguito dal busto del gigante; riuscito ad allontanarsi, si mette a scotennare il capo di Orrilo, spezzando così tutti i capelli, compreso quello che lo teneva in vita: la testa e il busto del ladrone cadranno immediatamente a terra, esaurendo le funzioni vitali.

Il motivo del capello fatato è desunto dalla mitologia classica, con l'episodio del re Niso di Megara, di cui parla anche Ovidio nelle Metamorfosi.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura