Ornithogalum umbellatum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Ornithogalum umbellatum
Ornithogalum umbellatum close-up2.jpg
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Sottoclasse Liliidae
Ordine Liliales
Famiglia Liliaceae
Genere Ornithogalum
Specie O. umbellatum
Classificazione APG
Regno Plantae
(clade) Angiospermae
(clade) Monocotyledones
Ordine Asparagales
Famiglia Asparagaceae
Sottofamiglia Scilloideae
Nomenclatura binomiale
Ornithogalum umbellatum
L.
Sinonimi
  • Hyacinthus umbellatus (L.) E.H.L.Krause
  • Ornithogalum affine Boreau nom. illeg.
  • Ornithogalum angustifolium Boreau
  • Ornithogalum boraeanum Jord. & Fourr.
  • Ornithogalum campestre (Savi) Prain
  • Ornithogalum cespititium Jord. & Fourr.
  • Ornithogalum corymbosum Gaterau
  • Ornithogalum dioscoridis Bubani
  • Ornithogalum fasciculatum Timb.-Lagr.
  • Ornithogalum garganicum Ten.
  • Ornithogalum horologicum Stokes
  • Ornithogalum minus L.
  • Ornithogalum nanum Ten. nom. illeg.
  • Ornithogalum parviflorum Jord. & Fourr.
  • Ornithogalum peyrei Timb.-Lagr.
  • Ornithogalum praetextum Steven ex Kunth
  • Ornithogalum preumbellatum Candargy
  • Ornithogalum rusticum Jord. & Fourr.
  • Ornithogalum stellare Salisb. nom. illeg.
  • Ornithogalum tardans Jord. & Fourr.
  • Ornithogalum vulgare Sailer
  • Scilla campestris Savi
  • Stellaris corymbosa (Gaterau) Moench
Nomi comuni

Cipollone bianco
Latte di gallina comune
Ornitogallo umbrellato
Stella di Betlemme

Ornithogalum umbellatum L. è una pianta appartenente alla famiglia delle Liliaceae (Asparagaceae secondo la classificazione APG [1]).

Nota in Italia con numerosi nomi comuni, tra i quali i più noti sono Stella di Betlemme, Latte di gallina comune e Cipollone bianco, è maggiormente diffusa, quasi integralmente, nell'Europa meridionale e centrale, oltre ad Africa nord-occidentale e Asia sud-occidentale[2], inoltre è presente anche in America del Nord, importata come pianta ornamentale e oramai diffusa allo stato selvatico in numerose aree[3].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta è perenne con bulbi sottoterra; il bulbo è lungo 15-25 millimetri con un diametro tra i 18 e i 32 mm. Ha dalle sei alle dieci foglie, lineari con una linea bianca sulla superficie superiore, lunghe fino a 30 centimetri per 8 mm di larghezza, e uno scapo di 10-30 cm. I fiori, bianchi con una striscia verde all'esterno, sono raggruppati in un racemo a pannocchia da 6-20 fiori.[4]

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Usi terapeutici[modifica | modifica wikitesto]

Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

L'Ornithogalum umbellatum contiene, soprattutto nel bulbo, sostanze alcaloidi che la rendono tossica[5], tuttavia la pianta viene utilizzata in erboristeria[6] come rimedio a disturbi dell'apparato digerente[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Angiosperm Phylogeny Group, An update of the Angiosperm Phylogeny Group classification for the orders and families of flowering plants: APG III, in Botanical Journal of the Linnean Society 161(2 ): 105–121, 2009, DOI:10.1111/j.1095-8339.2009.00996.x.
  2. ^ Ornithogalum umbellatum L., su ww2.bgbm.org. URL consultato il 22 aprile 2019.
  3. ^ efloras.org, Ornithogalum umbellatum Linnaeus, Sp. Pl. 1: 307. 1753.
  4. ^ Blamey & Grey-Wilson 1989.
  5. ^ dryades.units.it, Ornithogalum umbellatum L.
  6. ^ Huxley 1992.
  7. ^ Demarque, Jovanny e Poitevin 1999, p. 317.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) M. Blamey e C. Grey-Wilson, Flora of Britain and Northern Europe, 1989, ISBN 0-340-40170-2.
  • Denis Demarque, Jacques Jovanny e Bernard Poitevin, Farmacologia e materia medica omeopatica, Tecniche Nuove, 1999, ISBN 0-333-47494-5.
  • (EN) A. Huxley, New RHS Dictionary of Gardening, Macmillan, 1992, ISBN 0-333-47494-5.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica