Organo giurisdizionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Giudice.
Organo giurisdizionale

Un organo giurisdizionale è un organo, monocratico o collegiale, che esercita la funzione giurisdizionale, una delle funzioni dello stato spettante, secondo il principio di separazione dei poteri, al potere giudiziario. Nel linguaggio giuridico si preferisce parlare di giudice, utilizzando questo termine anche per gli organi collegiali (a differenza di quanto avviene nel linguaggio comune).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La natura degli organi giurisdizionali varia a seconda della branca del diritto che sono chiamati ad applicare: penale, civile, amministrativo, costituzionale. Esistono anche organi giurisdizionali internazionali o sovranazionali, dotati di differenti gradi di autorità, chiamati quasi sempre a risolvere controversie relative all'interpretazione e all'applicazione dei trattati e del diritto internazionale.

Singole funzioni giurisdizionali possono essere, altresì, esercitate da organi di altri poteri, in taluni casi determinati. È il caso, ad esempio, della funzione inerente al giudizio sulla validità dei titoli di ammissione dei membri del Parlamento e sulle cause sopraggiunte di ineleggibilità e incompatibilità. In un moderno Stato di diritto le leggi garantiscono il principio della separazione fra responsabilità politica e responsabilità amministrativa, vale a dire che i vertici nominati dal Governo e dai Ministeri possano operare con imparzialità, autonomia e indipendenza. Per la magistratura questi princìpi sono direttamente sanciti in Costituzione: accesso per concorso, inamovibilità, autonomia e indipendenza dagli altri poteri dello Stato.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàLCCN (ENsh85033571 · GND (DE4121346-4 · NDL (ENJA00569957
Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto