Organizzazione delle nazioni e dei popoli non rappresentati

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Organizzazione delle nazioni e dei popoli non rappresentati
(EN) Unrepresented Nations and Peoples Organization
UNPO.png
Abbreviazione UNPO
Tipo organizzazione non governativa
Fondazione 11 febbraio 1991
Scopo protezione dei diritti umani e culturali dei propri membri, conservazione dei loro ambienti naturali e raggiungimento di soluzioni non violente ai conflitti che li vedono coinvolti
Sede centrale Paesi Bassi L'Aia
Segretario generale Italia Marino Busdachin
Lingua ufficiale inglese
Sito web
Mappa dei membri dell'UNPO[1]:

     Stati con più di 3 membri

     Stati con 3 membri

     Stati con 2 membri

     Stati con 1 membro

     Stati con membri sospesi o con ex membri

     Membri indipendenti

L'Organizzazione delle nazioni e dei popoli non rappresentati, in acronimo UNPO (dall'inglese Unrepresented Nations and Peoples Organization), è un'organizzazione non governativa internazionale democratica. I suoi membri sono popoli indigeni, nazioni occupate, minoranze e Stati o territori indipendenti a cui manca una rappresentazione diplomatica internazionale. Nel 2005 ha organizzato la Coppa UNPO.

Princìpi[modifica | modifica wikitesto]

L'UNPO si prefigge di proteggere i diritti umani e culturali dei propri membri, conservare i loro ambienti naturali, e di raggiungere soluzioni non violente ai conflitti che li vedono coinvolti. L'UNPO fornisce un forum per gli aspiranti membri e aiuta i suoi membri a partecipare a un livello internazionale.

I membri dell'UNPO generalmente non sono rappresentati diplomaticamente (o solo con uno status minori, come ad esempio osservatori) nelle maggiori istituzioni internazionali, come le Nazioni Unite. Come risultato, la loro abilità di partecipare nella comunità internazionale e di veder presi in considerazione i propri interessi presso gli organismi preposti a difendere i diritti umani è limitata.

L'UNPO si dedica ai cinque princìpi illustrati nella sua convenzione:

L'UNPO non è collegata alle Nazioni Unite.

A tutti i membri è richiesto di firmare e di attenersi alla convenzione dell'UNPO. Devono affermare di supportare il principio della nonviolenza nella lotta della loro gente per una soluzione pacifica e di applicare la metodologia democratica come principio guida.

Membri[modifica | modifica wikitesto]

Fonte: UNPO [2]

Membro Data di adesione Rappresentato da
Abcasia Abcasia 11991-08-066 agosto 1991 Ministero degli Affari esteri della Repubblica di Abcasia
Flag of Aceh.svg Aceh 12014-07-1515 luglio 2014 Movimento per l'Aceh libero
Afrikaner Vryheidsvlag.svg Afrikaner 12008-05-1515 maggio 2008 Fronte della Libertà Più
Flag of Arabistan.svg Ahwazi 12003-11-1414 novembre 2003 Partito di solidarietà democratica di Al-Ahwaz
Arabia meridionale 12016-05-2323 maggio 2016 Assemblea democratica per l’autodeterminazione del popolo dell’Arabia meridionale (TAJ)
Flag of Assyria.svg Assiri 11991-08-066 agosto 1991 Alleanza Universale dell’Assiria
SouthAzerbaijanFlag.gif Azerbaigian meridionale 12007-02-022 febbraio 2007 Movimento per il risveglio nazionale del Azerbaigian meridionale
Flag of Barotseland.svg Barotse 12013-11-2323 novembre 2013 Alleanza Nazionale del Barotse per la libertà
Bandera poble Batwa.svg Batwa 11993-01-1717 gennaio 1993 Comunità dei popoli indigeni del Ruanda
Bella 12017-06-066 giugno 2017 Associazione maliana per la protezione della cultura Bella (AMASCB-IKEWAN)
Flag of Balochistan.svg Belucistan 12008-03-011º marzo 2008 Partito Nazionale del Belucistan
Flag of BNP.svg Belucistan occidentale 12005-06-2626 giugno 2005 Partito popolare del Belucistan
Flag of Brittany.svg Bretagna 12015-06-088 giugno 2015 Kelc’h An Dael
Annay n Tmurt Iqbayliyen.jpg Cabilia 12017-06-066 giugno 2017 Movimento per l’autodeterminazione della Cabilia (MAK)-Anavad
Flag of Chin State.svg Chin 12001-07-1515 luglio 2001 Fronte Nazionale Chin
Ciamuria 12017-07-066 luglio 2017
Flag of Adygea.svg Circassia 11994-04-1616 aprile 1994 Associazione Internazionale Circassa
Flag of the Chittagong Hill Tracts Shanti Bahini.svg Colline di Chittagong 11991-08-066 agosto 1991 Partito Popolare Unitario delle Colline di Chittagong (JSS)
Flag of FULRO.svg Degar 12003-11-1414 novembre 2003 Fondazione Montagnard
Flag of Washington, D.C..svg Distretto di Columbia 12015-12-1414 dicembre 2015 D.C. Statehood Congressional Delegation
Flag of Balawaristan.svg Gilgit–Baltistan 12008-09-2020 settembre 2008 Alleanza democratica del Gilgit–Baltistan
Harratin 12011-09-1818 settembre 2011 Iniziativa per la Rinascita del Movimento Abolizionista (IRA)
Hmong flag.svg Hmong 12007-02-022 febbraio 2007 Stato Federale del Hmong ChaoFa
Flag of Kurdistan.svg Kurdistan iracheno 11991-02-1111 febbraio 1991 Partito Democratico del Kurdistan e Unione Patriottica del Kurdistan
Flag of Kurdistan.svg Kurdistan iraniano 12007-02-022 febbraio 2007 Partito Democratico del Kurdistan Iraniano
Flag of KKF.svg Khmer krom 12001-07-1515 luglio 2001 Federazione degli Khmer della Kampuchea-Krom
Kosovo Kosovo 11991-08-066 agosto 1991 Lega Democratica del Kosovo
Flag of the Lezgi people.svg Lezgini 12012-07-077 luglio 2012 Autonomia federale Lesga Nazionale e culturale
Ungheria Magiari di Romania 11994-07-3030 luglio 1994 Unione Democratica Magiara di Romania
Flag of the Mapuches.svg Mapuche 11993-01-1919 gennaio 1993 Consiglio interregionale Mapuche
Flag of South Moluccas.svg Molucche del Sud 11991-08-066 agosto 1991 Governo in esilio della Repubblica delle Molucche del Sud
Flag of the Inner Mongolian People's Party.svg Mongolia Interna 12007-02-022 febbraio 2007 Partito popolare della Mongolia Interna
In nagaland.png Nagaland 11993-01-1919 gennaio 1993 Consiglio Nazionale Socialista del Nagaland
Flag of Ogaden National Liberation Front(2).svg Ogaden 12010-02-066 febbraio 2010 Fronte Nazionale di liberazione dell’Ogaden
Flag of the Ogoni people.svg Ogoni 11993-01-1919 gennaio 1993 Movimento per la sopravvivenza del popolo Ogoni
Flag of the Oromo Liberation Front.svg Oromo 12004-12-1919 dicembre 2004 Fronte di liberazione Oromo
Morning Star flag.svg Papua Occidentale 12014-10-1515 ottobre 2014 Movimento Papua libera
Rehobothflag.svg Rehobot Basters 12007-02-022 febbraio 2007 Consiglio dei Capitani
Savoie flag.svg Savoia 12014-07-1515 luglio 2014 Governo Provvisorio dello Stato di Savoia
Flag of Sindh.svg Sindh 12002-01-1919 gennaio 2002 Istituto mondiale Sindhi
Somaliland Somaliland 12004-12-1919 dicembre 2004 Governo federale di transizione
Vlag Fil Sulu.gif Sulu 12015-01-055 gennaio 2015 Fondazione delle nove tribù etniche Sulu
Taiwan Taiwan 11991-02-1111 febbraio 1991 Fondazione Taiwanese per la democrazia
Flag of the Talysh-Mughan Republic.svg Talisci 12014-07-1515 luglio 2014 Movimento Nazionale taliscio
Flag of the Crimean Tatar people.svg Tatari di Crimea 11991-02-1111 febbraio 1991 Assemblea dei Tatari di Crimea
Free Territory Trieste Flag.svg Territorio Libero di Trieste 12014-11-2828 novembre 2014 Triest NGO
Tibet Tibet 11991-02-1111 febbraio 1991 Governo tibetano in esilio
Flag of Iraq Turkmen Front.svg Turcomanni iracheni 11991-08-066 agosto 1991 Fronte turcomanno iracheno
Kokbayraq flag.svg Turkestan Orientale 11991-02-1111 febbraio 1991 Congresso mondiale degli Uiguri
Venda Venda 12003-11-1414 novembre 2003 Fronte patriottico Dabalorivhuwa

Ex membri[modifica | modifica wikitesto]

I seguenti ex membri dell'UNPO sono entrati a far parte dell'ONU:

  1. due Stati baltici:
    1. Estonia
    2. Lettonia
  2. due della regione transcaucasica:
    1. Armenia
    2. Georgia
  • altri:
  1. Timor Est, ex colonia portoghese annessa dall'Indonesia
  2. Palau, in passato parte del Trust Territory of the Pacific Islands (sotto amministrazione statunitense)

Segretari generali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Aggiornata al settembre 2012.
  2. ^ Membri UNPO

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN152126801 · LCCN: (ENnr97001893 · ISNI: (EN0000 0004 5376 7811 · GND: (DE5210083-2