Orfeo ed Euridice (Canova)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Orfeo ed Euridice
Museo Correr Canova Orfeo e Eurydice 03032015 2.jpg
AutoreAntonio Canova
Data1775 - 1776
MaterialePietra di Vicenza
UbicazioneMuseo Correr, Venezia

Orfeo ed Euridice è un gruppo scultoreo in pietra di Vicenza (altezza m 2,03) di Antonio Canova, datato al 1775 - 1776 e custodito nel Salone da ballo del Museo Correr a Venezia[1]. Rappresenta la principale opera giovanile dell'artista, nato a Possagno nel 1757.

Le sculture sono ispirate al mito di Orfeo, contenuto ne Le metamorfosi di Ovidio e nelle Georgiche di Virgilio; lungo il basamento, un'iscrizione riporta alcuni versi dei due poeti latini. Le due figure sono complementari e raffigurano l'attimo in cui Orfeo, preso dal dubbio, si volta e disperato vede per l'ultima volta la moglie Euridice, che comincia a svanire, perché è costretta a tornare indietro nell'Ade.

L'opera prese forma a Venezia, dove Canova compì i primi studi, alternandosi tra la città dei dogi e Asolo.

Il gruppo era destinato a decorare il giardino della casa di campagna della famiglia veneziana dei Falier. L'opera procurò un'iniziale notorietà all'artista, a seguito dell'esposizione presso la fiera della Sensa del 1776.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]