Oreste Tofani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Oreste Tofani

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XIV, XV, XVI
Gruppo
parlamentare
Alleanza Nazionale, Il Popolo della Libertà
Circoscrizione Lazio
Collegio 17-Cassino
Incarichi parlamentari
  • Vicepresidente del gruppo AN
  • Vicepresidente dell'XI commissione (Lavoro, previdenza sociale)
  • Presidente della commissione parlamentare d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro
  • Membro del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa
  • Membro della Delegazione parlamentare italiana presso l'Assemblea parlamentare dell'Iniziativa Centro Europea

XVI Legislatura

  • Membro della 3ª Commissione permanente (Affari esteri, emigrazione)
  • Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sul fenomeno degli infortuni sul lavoro, con particolare riguardo alle cosiddette "morti bianche"
  • Membro sostituto del Comitato parlamentare per i procedimenti di accusa
Sito istituzionale

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XII
Gruppo
parlamentare
MSI-AN
Circoscrizione Lazio 2
Collegio 2-Alatri
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico ANIl Popolo della Libertà
Titolo di studio Laurea in storia, filosofia, pedagogia
Professione Insegnante

Oreste Tofani (Alatri, 13 maggio 1946Alatri, 26 febbraio 2017) è stato un politico italiano.

È stato a lungo presidente della commissione parlamentare d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro. Laureato in Storia, ha svolto l'attività di professore di storia e filosofia nella scuola superiore e di sindacalista CISNAL-UGL.

La carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1970 è eletto consigliere comunale di Alatri nelle file del Movimento Sociale Italiano, riconfermato fino al 1998.

Nel 1985 viene eletto consigliere provinciale di Frosinone e consigliere regionale del Lazio.

Nel 1990 viene riconfermato consigliere provinciale di Frosinone e consigliere regionale del Lazio.

Nel 1994 viene eletto alla Camera dei deputati per Alleanza Nazionale. È membro della Commissione lavoro pubblico e privato, della Commissione bilancio e programmazione, vicepresidente della Commissione Speciale per le Politiche Comunitarie.

Nel 1996 si candida come deputato nel collegio di Cassino, ma ottiene il 42,4% dei voti e viene sconfitto dal rappresentante dell'Ulivo Testa.

Nel 2001 è eletto al Senato della Repubblica per Alleanza Nazionale. Vice capogruppo vicario di AN al Senato è membro della Commissione permanente Lavoro e previdenza sociale, della Commissione Politiche dell'Unione Europea, presidente della Commissione Contenzioso del Senato della Repubblica, presidente della Commissione Parlamentare d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro.

Nel 2006 è confermato al Senato della Repubblica per Alleanza Nazionale diventando vice capogruppo vicario. È poi nuovamente rieletto nel 2008 per il Popolo della Libertà.

Muore la sera del 26 febbraio 2017 presso la sua casa ad Alatri, all'età di 70 anni, dopo una lunga malattia.

Altri incarichi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1990 ricopre la carica di segretario confederale CISNAL-UGL.

Dal 1991 al 1996 è stato responsabile delle relazioni internazionali della CISNAL.

Dal 1996 al 1999 è stato presidente dell'Ente Nazionale per l'Orientamento e la Formazione.

Dal 1999 al 2001 ha ricoperto l'incarico di membro del Consiglio Nazionale dell'Economia e del Lavoro.

Nel 2004 è stato nominato coordinatore delle relazioni istituzionali del Ministero delle Comunicazioni.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 è stato nominato "Personaggio Illustre della Città" dal presidente del consiglio comunale di Mar del Plata (Argentina), è stato insignito della qualifica di "Profesor Extraordinario Visitante" dell'Università FASTA di Mar del Plata (Argentina).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]