Ore contate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ore contate
Ore contate.png
Jodie Foster in una scena del film
Titolo originaleCatchfire
(Backtrack)
Paese di produzioneStati Uniti
Anno1989
Durata116 min (Director's cut)
98 min (versione tagliata)
180 min (versione originale)
Rapporto1.85 : 1
Generedrammatico, azione, thriller
RegiaDennis Hopper (Alan Smithee)
SoggettoRachel Kronstadt Mann
SceneggiaturaRachel Kronstadt Mann, Ann Louise Bardach
FotografiaEdward Lachman
MontaggioDavid Rawlins
MusicheMichel Colombier, Curt Sobel
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Ore contate (Catchfire - Backtrack) è un film del 1989 diretto e interpretato da Dennis Hopper, con la presenza di Jodie Foster.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'artista Anne Benton è una testimone fortuita di un omicidio di mafia, avvenuto per mano del boss Carelli[1]. I malviventi, accortisi della donna, le manderanno due sicari che uccideranno invece il fidanzato di lei. La donna vorrebbe raccontare il tutto alle autorità, ma al momento della denuncia riconosce uno dei presenti all'omicidio nella persona dell'avvocato Luponi. La donna fugge in Messico inseguita da Milo, un sicario incaricato di eliminarla; i due finiranno con l'innamorarsi, vendicarsi dei mafiosi e fuggire verso la Nuova Zelanda, per iniziare una nuova vita.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Dennis Hopper utilizzò per questo film lo pseudonimo di Alan Smithee, nome associato, benché inventato, ad una ventina di pellicole[2]. A causa di divergenze con la produzione, Hopper si dissociò dal progetto. In seguito, quando la pellicola venne distribuita per il mercato, Hopper venne riaccreditato come regista della pellicola.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il film vanta numerosi cameo di personaggi illustri, come Catherine Keener, Charlie Sheen, Bob Dylan, Joe Pesci, Alex Cox e Toni Basil.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti il film fu distribuito per il mercato e alla televisione via cavo con il titolo Backtrack.

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Il film venne distribuito in varie nazioni, fra cui[3]:

Altri titoli noti furono Camino de retorno utilizzato in Argentina e Spagna, Backtrack - i skottlinjen in Svezia, Lejemorderen in Danimarca e Une trop belle cible in Francia.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Corelli nel doppiaggio in italiano.
  2. ^ Morandini, p. 1047
  3. ^ Info sulle date di uscita

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Morando Morandini, Laura Morandini e Mauro Tassi, Il Morandini 2010, Zanichelli, ISBN 978-88-08-30176-5.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema