Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

L'Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani o OSMTH (Sovrano Ordine Militare del Tempio di Gerusalemme), è un gruppo neotemplare che si definisce una società cavalleresca cristiana ecumenica.

L'associazione si richiama alla tradizione spirituale cavalleresca e cristiana dell'antico Ordine dei Templari, pur senza sostenere una discendenza diretta sulla base della cosiddetta "Charta Transmissionis" di Larménius[1]. Non avendo alcun collegamento con una fons honorum non è, propriamente e giuridicamente, un ordine religioso cavalleresco.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente l'ordine Templare fu sciolto irrevocabilmente da papa Clemente V il 22 marzo 1312, con la bolla Vox in excelso, che comminava la scomunica automatica a chiunque avesse tentato di far risorgere l'ordine soppresso, o di utilizzarne l'abito e le insegne.[2]

L'Ordo Supremus Militaris Templi Hierosolymitani, una delle numerose associazioni che si ispirano alla tradizione templare, nacque nel 1995 e si registrò in Svizzera nel 1999. È il più diffuso e con il maggior numero di aderenti dei vari gruppi neotemplari: è presente in più di cinquanta nazioni ed è una confederazione di "Gran Priorati".[senza fonte] L'attività comprende opere caritatevoli e la ricerca storico-antiquaria sul Medioevo. Nel 2002 le Nazioni Unite hanno riconosciuto l'OSMTH come organizzazione non governativa (ONG)[senza fonte] .

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Charta Transmissionis, [in:] Norbert Wójtowicz, Masoneria. Mały słownik, Warszawa 2006, pp.88-89.
  2. ^ [...] noi, con l'approvazione del santo concilio, sopprimiamo l'ordine dei Templari, la sua regola, il suo abito e il suo nome, con decreto assoluto, perenne, proibendolo per sempre, e vietando severamente che qualcuno, in seguito, entri in esso, ne assuma l'abito, lo porti, e intenda comportarsi da Templare. Se poi qualcuno facesse diversamente, incorra la sentenza di scomunica ipso facto…. (Testo della bolla papale Vox in Excelso del 1312 Archiviato il 22 aprile 2005 in Internet Archive.)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cristianesimo