Ordinariato di Francia per i fedeli di rito orientale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ordinariato di Francia per i fedeli di rito orientale
Galliae
Chiese di rito orientale
Ordinario arcivescovo Michel Aupetit
Ordinari emeriti cardinale André Armand Vingt-Trois
Sacerdoti 17 di cui 17 secolari
7.470 battezzati per sacerdote
Religiosi 10 uomini, 18 donne
Diaconi 2 permanenti
Battezzati 127.000
Parrocchie 11
Erezione 16 giugno 1954
Rito vari riti orientali
Indirizzo 24 rue de Babylone, 75007 Paris, France
Sito web www.paris.catholique.fr
Dati dall'Annuario pontificio 2014 (ch · gc?)
Chiesa cattolica in Francia
La chiesa greca di Cargese in Corsica.
La chiesa di Sant'Efrem a Parigi, della Chiesa cattolica sira.

L'ordinariato di Francia per i fedeli di rito orientale (in latino: Galliae) è una sede immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2013 contava 127.000 battezzati. È retta dall'arcivescovo Michel Aupetit.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'ordinariato ha giurisdizione sui fedeli di rito orientale che abitano sul territorio francese, ad esclusione di quelli che hanno un ordinario proprio, ossia i fedeli armeni, ucraini e maroniti.

Sede dell'ordinario è la città di Parigi.

Parrocchie e chiese[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2013 dall'ordinariato dipendono le seguenti comunità[1]:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fin dal 1922 esisteva nell'arcidiocesi di Parigi una "Amministrazione diocesana per gli Stranieri", che era posta sotto l'autorità di un vescovo ausiliare. L'alto numero di immigrati mediorientali, aveva imposto all'arcivescovo, nel dicembre del 1953, la creazione di 8 parrocchie orientali a Parigi. La questione però non riguardava solo la capitale francese, ma l'intero territorio nazionale; infatti, secondo il censimento del 1954, in Francia risiedevano stabilmente circa 50.000 cattolici appartenenti ai vari riti orientali.[5]

All'inizio del 1954, la commissione episcopale per gli stranieri elaborò un rapporto sulla situazione degli orientali in Francia e sull'opportunità di creare un "coordinamento" fra di loro.[6]

Queste considerazioni spinsero la Santa Sede ad erigere l'ordinariato per i fedeli di rito orientale il 27 luglio 1954 con il decreto Nobilis Galliae Natio della Congregazione per le Chiese orientali, che dava attuazione ad una decisione ex audientia di papa Pio XII del 16 giugno precedente.[7] L'ufficio di ordinario viene affidato all'arcivescovo pro tempore di Parigi, con facoltà di nominare uno o più vicari generali per i fedeli orientali.[8]

In origine, l'ordinariato aveva giurisdizione su tutti i cattolici di rito orientale residenti in Francia; in seguito, per la creazione di una gerarchia propria, se ne sono distaccati gli armeni e gli ucraini nel 1960, e i maroniti nel 2012.

Cronotassi degli ordinari[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

La diocesi al termine dell'anno 2013 contava 127.000 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1961 6.009  ?  ? 15 7 22 273 7 10
1975 9.500  ?  ? 34 6 40 237 7 66 13
1985 45.000  ?  ? 40 11 51 882 3 11 70 13
2000 41.000  ?  ? 41 35 76 539 3 35 25 10
2001 47.420  ?  ? 37 34 71 667 4 38 25 10
2002 45.000  ?  ? 35 37 72 625 4 41 37 10
2003 45.000  ?  ? 37 36 73 616 4 40 40 10
2004 45.000  ?  ? 37 36 73 616 4 40 40 10
2009 125.000  ?  ? 24 11 35 3.571 2 31 28 14
2013 127.000  ?  ? 17 17 7.470 2 10 18 11

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dal sito web dell'arcidiocesi di Parigi.
  2. ^ Sito ufficiale della Mission Chaldéenne en France.
  3. ^ Sito ufficiale della parrocchia.
  4. ^ Sito ufficiale della parrocchia.
  5. ^ Kaptijn, op. cit., p. 255.
  6. ^ Kaptijn, op. cit., pp. 253-254.
  7. ^ L'Annuario Pontificio riporta come data di erezione dell'ordinariato quella del 16 giugno e non quella del decreto.
  8. ^ Kaptijn, op. cit., p. 255.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]