Ordinariato di Argentina per i fedeli di rito orientale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Ordinariato di Argentina per i fedeli di rito orientale
Argentinae
Chiesa greco-cattolica
Ordinario cardinale Mario Aurelio Poli
Sacerdoti 1 di cui 1 secolari
2.000 battezzati per sacerdote
Battezzati 2.000
Parrocchie 1
Erezione 19 febbraio 1959
Rito bizantino
Indirizzo Rivadavia 415, C1002AAC Buenos Aires, Argentina
Dati dall'Annuario pontificio 2014 (ch? · gc?)
Chiesa cattolica in Argentina

L'ordinariato di Argentina per i fedeli di rito orientale (in latino: Argentinae) è una sede immediatamente soggetta alla Santa Sede. Nel 2007 contava 2.000 battezzati. È retta dal cardinale Mario Aurelio Poli.

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

L'ordinariato ha giurisdizione sui fedeli di rito orientale esclusi coloro che hanno un ordinario proprio in tutta l'Argentina ovvero: armeni, maroniti, greco-cattolici ucraini e greco melchiti. Dopo la creazione dell'esarcato apostolico di Argentina dei Melchiti il 20 aprile 2002, l'ordinariato ha ridotto la sua giurisdizione sui greco-cattolici russi e rumeni [1] che dispongono della cappella dei Santi Apostoli Pietro e Paolo a Buenos Aires in cui opera un sacerdote.[2] La cappella segue il calendario giuliano. Nella provincia di Buenos Aires esiste anche una piccola comunità bizantina russa fondata nel 1984: il Centro bizantino di Nostra Signora di Vladimir a Campana.[3][4]

Un piccolo gruppo di fedeli della Chiesa italo-albanese si incontra a Luis Guillon, nel partido di Esteban Echeverría della provincia di Buenos Aires. Gli italo-albanese erano circa 12 000 al tempo della creazione dell'ordinariato ed erano concentrati principalmente a Luján. Gran parte di essi sono però passati al rito latino. Le poche centinaia di fedeli caldei sono completamenti dispersi sul territorio.[5]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il 27 agosto 1897 una prima comunità di fedeli della Chiesa greco-cattolica ucraina si è stabilita a Apóstoles, nella provincia di Misiones. Nel 1908 è arrivato dal Brasile il primo sacerdote di rito bizantino: padre Clemente Bzhujovski, un religioso dell'Ordine basiliano di San Giosafat che ha celebrato la prima messa in Argentina il 21 marzo 1908 a Posadas.[6]

Alla fine del XIX secolo è iniziata l'immigrazione dei cattolici greco-melchiti in Argentina che ha raggiunto il picco tra il 1910 e il 1930. Tra il 1949 e il 1950 si è verificata una seconda ondata. Erano per lo più nativi di Siria e Libano ma una piccola parte delle famiglie proveniva da Palestina, Egitto e Giordania.[7] La celebrazione dei sacramenti secondo il loro rito ha avuto inizio nel 1910 con l'arrivo dell'archimandrita Teófanos Badaoui. La loro chiesa di San Giorgio è stata costruita nel 1919 ed è stata consacrata il 20 giugno 1920 dal vescovo ausiliare di Córdoba Inocencio Dávila.

Nel 1948 il gesuita Philippe de Regis de Gatimel, già rettore del Collegium Russicum a Roma, ha istituito una missione per i fedeli della Chiesa greco-cattolica russa. È morto nel 1955.[8] Poco dopo è giunto da Roma padre Ion Dan a cui era stata assegnata la cura spirituale dei fedeli della Chiesa greco-cattolica rumena. È morto il 28 agosto 1986.[9]

L'ordinariato è stato eretto il 19 febbraio 1959.[10] Nel 1961 aveva 15 parrocchie e 250 000 fedeli.

Successivamente, per alcune Chiese sui iuris sono state erette proprie circoscrizioni ecclesiastiche:

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

L'ordinariato al termine dell'anno 2013 contava 2.000 battezzati.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1961 250.000 ? ? 33 14 19 7.575 21 51 20
1968 200.000 ? ? 39 11 28 5.128 28 82 13
1976 110.264 ? ? 18 4 14 6.125 1 15 10
1980 117.126 ? ? 16 3 13 7.320 2 13 10
1990 113.000 ? ? 7 1 6 16.142 2 8 6
1999 14.000 ? ? 3 1 2 4.666 1 3 3
2000 14.000 ? ? 4 1 3 3.500 1 3 3
2001 20.000 ? ? 3 1 2 6.666 1 3 3
2002 20.000 ? ? 3 1 2 6.666 1 3 3
2003 2.000 ? ? 1 1 2.000 1
2004 2.000 ? ? 1 1 2.000 1
2007 2.000 ? ? 1 1 2.000 1
2013 2.000 ? ? 1 1 2.000 1

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ AICA. Oriental
  2. ^ Sesenta años de la Misión Católica Rusa y Rumana
  3. ^ Unofficial and partial Directory of Russian Catholic and other Byzantine-Slavonic Rite Churches and Institutions[collegamento interrotto]
  4. ^ BYZANTINE CATHOLIC CHURCH IN EUROPE
  5. ^ II nuovo Ordinariato per i fedeli di rito oriéntale in Argentina», S1CO, núm. 223, p. 25
  6. ^ AICA. Cien años de la llegada del primer sacerdote ucranio católico
  7. ^ AICA. Exarcado Apostólico Greco-Melquita Católico en la Argentina
  8. ^ AICA. Sesenta años de la Misión Católica Rusa y Rumana
  9. ^ EXILUL SE STINGE: MONSENIORUL ION DAN
  10. ^ Secondo Catholic Hierachy e GCatholic, che riprendono l'informazione dell'Annuario Pontificio, la data di erezione è il 19 febbraio 1959; secondo AICA è invece il 17 maggio 1859

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Diocesi Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi