Oratorio dei Santi Anna e Cristoforo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Chiesa di Sant'Anna e Cristoforo
Chiesa dei Santi Anna e Cristoforo.jpg
Facciata con Campanile a vela
StatoSvizzera Svizzera
CantoneTicino
LocalitàCurogna (Cugnasco-Gerra)
IndirizzoCurogna, Cugnasco
Coordinate46°11′03.44″N 8°54′21.6″E / 46.18429°N 8.906°E46.18429; 8.906
Religionecattolica
TitolareSant'Anna
Diocesi Lugano
Stile architettonicotardoromanico
Inizio costruzionesecolo XV
Completamentosecolo XVI

L'oratorio dei Santi Anna e Cristoforo[1] è un edificio religioso tardomedievale che si trova a Curogna, nel comune di Cugnasco-Gerra.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La struttura fu costruita nel Basso Medioevo, ma nel 1578 fu ampliata. Nel XVII secolo fu realizzato sulla facciata un affresco che raffigura San Cristoforo, oggi mal conservato.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Esterni[modifica | modifica wikitesto]

L'oratorio è dotato di un'abside e di un campanile a vela. Il suo aspetto esterno, come del resto anche i soggetti degli affreschi all'interno, richiama quello della chiesa di San Martino, che si trova in località Ditto, nello stesso comune. L'edificio di Curogna, tuttavia, è più piccolo di quello di Ditto.

Interni[modifica | modifica wikitesto]

Gli interni della chiesa sono caratterizzati da un gran numero di affreschi. I più antichi, dell'inizio del XV secolo, si trovano sulla calotta dell'abside e sulla parete meridionale della navatella: il primo raffigura la Majestas Domini, mentre il soggetto del secondo è la Madonna del Latte fra San Giovanni Battista e Sant'Antonio Abate. Di poco successivi, e collocabili alla fine dello stesso secolo[2], sono invece le dodici figure di Apostoli e la Pietà che si trovano sulla parte frontale dell'altare, l'Ultima cena nella parte nord della chiesa e altri due affreschi di soggetto ignoto sulla parete sud. Tutte queste opere sono forse opera di Cristoforo da Seregno[3]. Sotto gli ultimi due affreschi citati, inoltre, si trova un affresco precedente con figure di santi.

Furono invece realizzati fra il Quattrocento e l'inizio del secolo successivo altri quattro affreschi: tre, che raffigurano 'Adorazione dei pastori, l'Adorazione dei Magi e forse un Santo guerriero, sono attribuiti a un unico artista, mentre il quarto, il cui soggetto è la Madonna del Latte fra san Sebastiano e un santo vescovo, ha uno stile differente.

Completano l'elenco delle decorazioni gli affreschi realizzati nel 1601 da Alessandro Gorla in stile manierista: vi sono raffigurati la Nascita della vergine, la Morte, il Monogramma di Cristo, la Madonna del Latte, San Pietro e altri due santi e un gruppo pittorico sul tema della Crocifissione.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Oratorio dei Santi Anna e Cristoforo - Inventario dei beni culturali[collegamento interrotto]
  2. ^ Anderes, 1980, 147.
  3. ^ Sikart: Cristoforo da Seregno

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Johann Rudolf Rahn, I monumenti artistici del medio evo nel Cantone Ticino, Tipo-Litografia di Carlo Salvioni, Bellinzona 1894, 92-93.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 320-321.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 161.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]