Opere tratte dal Cenacolo di Leonardo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nell'immaginario collettivo l'Ultima Cena di Leonardo da Vinci è la rappresentazione più vicina all'episodio raccontato dai Vangeli. Opere tratte dal Cenacolo di Leonardo sono state realizzate in gran numero e abbracciano le più diverse espressioni d'arteː dalla pittura, alla scultura, al disegno, alla caricatura, all'incisione, alla performance, alla pop art, alla letteratura e datano dagli anni immediatamente successivi alla realizzazione dell'opera leonardesca, fino ai giorni nostri. Un catalogo esauriente di queste manifestazioni estetico-culturali, la cui validità artistica varia a seconda dei casi, è praticamente impossibile. Differenti sono le forme espressive - la maggior parte rispettose, alcune irrispettose - ma persiste questo tema, attraverso i secoli, e il riferimento al capolavoro di Leonardo resta sempre riconoscibile.

Leonardo da Vinci, Ultima Cena (1495-1498)

Copie rimaste e copie perdute[modifica | modifica wikitesto]

IL Cenacolo di Leonardo apparve immediatamente una rappresentazione innovativa, ad in iniziare dalla tovaglia distesa sul tavolo: un panno bianco continuo, messo in primo piano sulla scena. Nei dipinti veneziani, in particolare in quelli di scuola giorgionesca e tizianesca, si riscontrano mezze figure maschili, dall'espressione intensa, accostate a due a due e chiaramente derivate da personaggi leonardeschi.

Per porre rimedio al costante deterioramento dell'opera, che nessun restauro riusciva ad arrestare, si pensò a copie integrali del Cenacolo. Nel 1794 il pittore francese André Dutertre ne eseguì una all'acquarello, su un foglio di media grandezza. Abbiamo l'affresco di Ponte Capriasca, mentre è perduta l'Ultima Cena dipinta da Andrea Solari per monastero di Castellazzo.

La copia in mosaico, sul modello della ricostruzione di Giuseppe Bossi, poi perduta, fu eseguita nel 1806-1814 dal mosaicista romano Giacomo Raffaelli e oggi è nella Minoritenkirche, a Vienna. In una fotografia del 1936 si riconosce la copia eseguita da Giovanni Paolo Lomazzo, per refettorio di Santa Maria della Pace, a Milano, datata 1560 e distrutta dai bombardamenti del 1943.

Arazzo[modifica | modifica wikitesto]

Città del Vaticano[modifica | modifica wikitesto]

Musei Vaticani
Autore e titolo Descrizione Immagine
Manifattura fiamminga, Ultima Cena, da Leonardo Numero inventarioː MV_43789_0_0. Dataː 1532. Materialeː. Dimensioniː cm.
Arazzo, Vaticano
[1]

Caricatura[modifica | modifica wikitesto]

Milano[modifica | modifica wikitesto]

Trattoria in via Bagutta
Autore e titolo Descrizione Immagine
Autore Anonimo, Protopremio Bagutta, da Leonardo Dataː. Materialeː acquarello su carta. Dimensioniː cm.
Bagutta, Milano
[2]
Autore Anonimo, Premio Bagutta, da Leonardo Dataː. Materialeː acquarello su carta. Dimensioniː cm.
Bagutta, Milano

Cartolina[modifica | modifica wikitesto]

Luogo non identificato[modifica | modifica wikitesto]

Museo non identificato
Autore e titolo Descrizione Immagine
Autore anonimo, Ultima Cena, da Leonardo Dataː 1904. Materialeː cartolina a colori. Dimensioniː cm.
Cartolina, 1904

Disegno[modifica | modifica wikitesto]

Berlino[modifica | modifica wikitesto]

Kupferstichkabinett
Soggetto Descrizione Immagine
Rembrandt, Ultima Cena, da Leonardo Schizzo. Numero inventarioː. Dataː 1635. Materialeː inchiostro bruno, lapis e rialzi di biacca. Dimensioni: 12.8 x 38,5 cm. Scritta: «Rembrandt f. 1635»
Rembrandt, Ultima Cena da Leonardo (Berlino)

Chapel Hill[modifica | modifica wikitesto]

Ackland Art Museum
Soggetto Descrizione Immagine
Pittore Anonimo, San Tommaso e San Giacomo Maggiore, da Ultima Cena di Leonardo Copia. Numero inventarioː. Dataː 1515 circa Materialeː gesso nero, marrone e rosso, con ritocchi. Dimensioni: 62,3x45,3 cm.
San Tommaso e San Giacomo Maggiore, copia
Pittore Anonimo, Giuda e San Pietro, da Ultima Cena di Leonardo Copia. Numero inventarioː. Dataː 1515 circa Materialeː gesso nero, marrone e rosso, con ritocchi. Dimensioni: 66,6x50,8 cm.
Giuda e San Pietro, copia

Londra[modifica | modifica wikitesto]

British Museum
Soggetto Descrizione Immagine
Rembrandt, Ultima Cena, da Leonardo Schizzo. Numero inventarioː. Dataː 1635. Materialeː sanguigna con rialzi di biacca, su carta forse lievemente imbrunita. Dimensioni: 12,5x21 cm. Scritta: «R..b...dt»
Rembrandt, Ultima Cena da Leonardo (British Museum)

New York[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitan Museum of Art
Soggetto Descrizione Immagine
Rembrandt, Ultima Cena, da Leonardo Schizzo. Numero inventarioː 1975.1.794. Dataː 1634–1635. Materialeː gesso rosso. Dimensioni: cm
Rembrandt, Ultima Cena da Leonardo (Metropolitan Museum)

Fotografia[modifica | modifica wikitesto]

Lubiana[modifica | modifica wikitesto]

Galleria nazionale della Slovenia
Autore e titolo Descrizione Immagine
Janez Puhar, Last supper, da Leonardo Fotoriproduzione colorata del motivo grafico su carta. Numero inventarioː. Dataː 1864. Dimensioniː 6x7,8 cm.
Puhar, Lubiana

Luoghi non identificati[modifica | modifica wikitesto]

Musei non identificati
Autore e titolo Descrizione Immagine
Carlo Naya (1816-1882), Cena di Cristo, da Leonardo Dataː ante 1882. Materialeː foto. Dimensioniː cm.
Naya, Milano
George Chakravarthi, Resurrection, da Ultima Cena di Leonardo Numero inventarioː. Dataː 1998. Materialeː foto. Dimensioniː 12x5 feet
Chakravarthi, Resurrection
[3]
Arne Groh, The Last Supper with Onions, da Leonardo Dataː 2010. Materialeː foto. Dimensioniː cm.
Groh, Last Supper
Eva Rinaldi, The Last Supper, da Leonardo Data e luogoː Sidney, 3 agosto 2014. Materialeː foto a colori. Dimensioniː cm.
Last Supper, Sidney

Incisione[modifica | modifica wikitesto]

Braunschweig[modifica | modifica wikitesto]

Herzog Anton Ulrich Museum
Soggetto Descrizione Immagine
Pieter Soutman, Ultima Cena, da Leonardo Numero inventarioː. Dataː XVII sec. Materialeː acquaforte. Dimensioni: cm.
P. Soutman, Ultima Cena, acquaforte

Chiari (Brescia)[modifica | modifica wikitesto]

Fondazione Biblioteca Morcelli - Pinacoteca Repossi
Soggetto Descrizione Immagine
Raffaello Morghen (1758-1833), Ultima Cena, da Leonardo Bulino. Data: circa 1778-ante 1833. Dimensioni: 89,1x 43,3 cm (parte incisa) e 93,3x 52,3 cm (battuta della lastra). Immagine non disponibile

New York[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitan Museum of Art
Soggetto Descrizione Immagine
Giovanni Pietro Birago, Ultima Cena, da Leonardo Nella incisione c'è l'aggiunta di una frase del Vangelo e del cane che rosica un osso, elementi che non esistono nell'opera di Leonardo. Interessanti i particolari dei piedi e delle vesti sotto la tavola. Numero d'inventario 1998.195. Data: 1500 circa Dimensioni 21,3x44,0 cm
Birago, Ultima Cena da Leonardo, con cane
[4]

Luogo non identificato[modifica | modifica wikitesto]

Museo non identificato
Soggetto Descrizione Immagine
Giuseppe Mocchetti, Ultima Cena da Leonardo (incisione) Disegnata e incisa da Giuseppe Mocchetti, distribuita da Agapito Franchetti, inizio XIX secolo.
Mocchetti, Ultima Cena, incisione
[5]

Mosaico[modifica | modifica wikitesto]

Vienna[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa dei Minoriti
Autore e titolo Descrizione Immagine
Giacomo Raffaelli, Ultima Cena, da Leonardo Dataː 1807-1815. Materialeː tessere a smalto. Dimensioniː identiche a quelle dell'opera leonardesca.
Giacomo Raffaelli, Vienna (dettaglio)
[6]

Nauplia (Grecia)[modifica | modifica wikitesto]

Cattedrale metropolitana di San Giorgio
Autore e titolo Descrizione Immagine
Autore anonimo, Ultima Cena, da Leonardo Dataː. Materialeː tessere di smalto. Dimensioniː cm.
Mosaico, Nauplia

Pittura[modifica | modifica wikitesto]

Castelnuovo Scrivia[modifica | modifica wikitesto]

Collegiata dei SS. Pietro e Paolo
Autore e titolo Descrizione Immagine
Alessandro Berri, Ultima Cena, da Leonardo Dataː 1540. Materialeː pittura su legno. Dimensioniː 260 x 265 cm.

La tavola su cui è riprodotta l'opera è composta da 5 assi di pioppo dello spessore di circa 3 cm, ed è collocata nella cappella del Santissimo Sacramento della Collegiata dei SS. Pietro e Paolo a Castelnuovo Scrivia (AL).

I personaggi sono posizionati in maniera speculare rispetto all'originale di Leonardo da Vinci.

Nel 1982 l'opera è stata sottoposta a restauro.

Milano[modifica | modifica wikitesto]

Pinacoteca di Brera
Autore e titolo Descrizione Immagine
Cesare Magni, Ultima Cena, da Leonardo Numero inventarioː. Dataː 1520 circa Materialeː olio su tela. Dimensioni: cm.
Antonio della Corna, Ultima Cena, da Leonardo Dataː fine secolo XV. Materialeː affresco. Dimensioniː cm.
Antonio della Corna, Milano
Museo nazionale della scienza e della tecnologia Leonardo da Vinci
Soggetto Descrizione Immagine
Giovanni Mauro della Rovere, Ultima Cena, da Leonardo Data: . Materialeː affresco. Dimensioni: cm.
G. M. della Rovere, Milano
[7]

Oxford[modifica | modifica wikitesto]

Magdalene College
Autore e titolo Descrizione Immagine
Giovan Pietro Rizzoli detto il Giampietrino o Marco d'Oggiono o Giovanni Antonio Boltraffio (attrib.), Ultima Cena, da Leonardo Numero inventarioː. Dataː 1515-1520 circa Materialeː olio su tela. Dimensioni: 770 × 298 cm.
Giampietrino, 1520
[8]

Ponte Capriasca (Lugano)[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Sant'Ambrogio
Autore e titolo Descrizione Immagine
Cesare da Sesto, Ultima Cena, da Leonardo Dataː inizio XVI secolo. Materialeː olio su tela. Dimensioni: cm.
Cesare da Sesto, Ponte Capriasca
[9]

San Pietroburgo[modifica | modifica wikitesto]

Museo dell'Hermitage
Autore e titolo Descrizione Immagine
Anonimo lombardo, Ultima Cena, da Leonardo Numero inventarioː. Dataː 1570 circa Materialeː olio su tela. Dimensioniː cm.
Anonimo lombardo, Hermitage

Tyrnävä (Finlandia)[modifica | modifica wikitesto]

Temmes Church
Autore e titolo Descrizione Immagine
Carl Christoffer Stadig (1807-1863), Ultima Cena, da Leonardo Dataː 1847. Materialeː olio su tela. Dimensioniː cm.
Stadig, Tyrnävä

Torino[modifica | modifica wikitesto]

Duomo di Torino
Autore e titolo Descrizione Immagine
Luigi Cagna, Ultima Cena, da Leonardo Dataː 1835. Materialeː olio su tela. Dimensioniː cm.
Luigi Cagna, Torino Duomo

Westerlo (Anversa)[modifica | modifica wikitesto]

Abbazia di Tongerlo Museo da Vinci
Autore e titolo Descrizione Immagine
Anonimo fiammingo, oppure Andrea Solari, Ultima Cena, da Leonardo Numero inventarioː. Dataː 1500 circa Materialeː olio su tela. Dimensioniː 41,8x79,4 cm.
Autore fiammingo, Tongerlo
[10]

Pop Art[modifica | modifica wikitesto]

Luogo non identificato[modifica | modifica wikitesto]

Museo non identificato
Autore e titolo Descrizione Immagine
Andy Warhol The last supper, da Leonardo Numero inventarioː. Dataː 1986. Materialeː. Dimensioniː cm. immagine non disponibile

Porcellana[modifica | modifica wikitesto]

Kyoto[modifica | modifica wikitesto]

Garden of fine art
Autore e titolo Descrizione Immagine
"Last Supper", da Leonardo Pannello. Numero inventarioː. Dataː. Materialeː porcellana dipinta. Dimensioniː cm.
Last Supper, Kyoto

Scultura[modifica | modifica wikitesto]

Bologna[modifica | modifica wikitesto]

Museo tattile Anteros
Soggetto Descrizione Immagine
Scultore Anonimo, Ultima Cena, da Leonardo Bassorilievo tattile. Numero d'inventario: . Data: . Dimensioni: cm.
Bassorilievo Cenacolo

Gröden[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Cristina
Autore e titolo Descrizione Immagine
Peter Nocker (1823-1880), Ultima Cena, da Leonardo Numero inventarioː. Dataː. Materialeː legno policromo. Dimensioniː cm.
Nocker, Gröden

Milano[modifica | modifica wikitesto]

Santa Maria delle Grazie
Autore e titolo Descrizione Immagine
Giannino Castiglioni, Ultima Cena, rielaborazione plastica da Leonardo Gruppo scultoreo. Dataː 1935. Materialeː fusione in bronzo su masso di porfido. Dimensioniː m.
Edicola della Famiglia Campari al Cimitero Monumentale di Milano
Ernst Hanssen, Ultima Cena, da Leonardo Altorilievo nel refettorio del convento domenicano. Dataː 1950 circa Materialeː. Dimensioniː cm.
Altorilievo, Milano

Venezia[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di Santa Maria dei Miracoli
Autore e titolo Descrizione Immagine
Tullio Lombardo, Ultima Cena, da Leonardo Dataː fine XV secolo. Materialeː. Dimensioniː cm. immagine non disponibile [11]

Wieliczka (Cracovia)[modifica | modifica wikitesto]

Miniera di sale di Wieliczka
Autore e titolo Descrizione Immagine
Senza autore, Ultima Cena, da Leonardo Dataː. Materialeː roccia salina. Dimensioniː cm.
Scultura da Ultima Cena di Leonardo, Wieliczka

Vetrata[modifica | modifica wikitesto]

Sérent (Francia)[modifica | modifica wikitesto]

Chiesa di San Pietro
Soggetto Descrizione Immagine
Marguerite-Marie Alacoque adora il Sacro Cuore e Ultima Cena da Leonardo Vetrata in chiesa neogotica. Data: fine XIX secolo. Dimensioni: cm.
Vetrata (Sérent)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ L'arazzo fu donato nel 1532 dal re Francesco I di Francia al papa Clemente VII.
  2. ^ Bagutta 112 tavole di Mario Vellani Marchi, Anselmo Bucci, Enzo Morelli, Giuseppe Novello, Bernardino Palazzi; testi di Riccardo Bacchelli e Orio Vergani, Roma, G. Casini, 1955, SBN IT\ICCU\CUB\0063699.
  3. ^ La performance, dallo stesso titolo e dello stesso autore, fu realizzata al National Review of Live Art di Glasgow nel 1998 e alla Tilburg Dance Academy, Tilburg (Olanda) nel 1999.
  4. ^ Grande influenza, per la diffusione dell'immagine del Cenacolo, ebbe l'incisione di Giovanni Pietro Birago, che fu utilizzata anche da Rembrandt che non vide mai il capolavoro di Leonardo.
  5. ^ Sullo stesso soggettoː Francesco Cancellieri, Descrizione delle funzioni della Settimana Santa nella Cappella Pontificia. Quarta edizione corretta e accresciuta, Roma, presso Francesco Bourlié, 1818, SBN IT\ICCU\SBLE\007546. Una immagine del Cenacolo, incisa a bulino da Giuseppe Mocchetti, è nel frontespizio.
  6. ^ IL 24 aprile 1807 il viceré Eugenio Beauharnais ordinò al mosaicista romano Giacomo Raffaelli una copia a mosaico e a grandezza naturale, del Cenacolo leonardesco, con il proposito di regalarla a Napoleone I, per il Louvre. L'opera fu rivendicata dagli Asburgo che ad agosto 1818 la trasferirono a Vienna. Gli italiani ivi residenti chiesero che il mosaico fosse accolto nella Chiesa dei Minoriti di Vienna, su un altare, realizzato in stile neogotico dall'architetto Friedrich August von Stache. Il mosaico fu collocato nella chiesa a marzo 1847.
  7. ^ Affresco staccato, proveniente dal distrutto monastero dei Disciplini, a Milano.
  8. ^ Appartiene alla Royal Academy of Arts di Londra.
  9. ^ Anastasia Gilardi (a cura di), Ponte Capriasca: il cenacolo restaurato, Lugano, Fondazione Hans Dietler-Kottmann, 1993, SBN IT\ICCU\LO1\0543301.
  10. ^ L'opera fu acquistata ad Amboise, per la somma di 450 florini, dall'abate Arnold Streyters, nel 1545. Si ipotizza che la testa di Gesù e quella di san Giovanni siano di mano di Leonardo. Studiata e restaurata di recente dal Musée du Cinquantenaire (Bruxelles).
  11. ^ (EN) Anne Markham Schulz, The sculpture of Tullio Lombardo, London, Harvey Miller Publishers-VISTAS, 2014, SBN IT\ICCU\RAV\2020471.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Arte[modifica | modifica wikitesto]

  • Napoleone Bertoglio Pisani, Il Cenacolo di Leonardo da Vinci e le sue copie, Pistoia, Tipo.-litogr. Sinibuldiana, 1907, SBN IT\ICCU\LO1\0775966.

Letteratura[modifica | modifica wikitesto]

Audiovisivi[modifica | modifica wikitesto]

  • Roberto Giacobbo, Voyager. Leonardo da Vinci e il mistero del Cenacolo / un programma di Roberto Giacobbo; testi: Roberto Giacobbo, Giulio Di Martino, Davide Fiorani [e altri]; regia: Pierpaolo Cattedra, Luigi Rizza; fotografia: Massimo Gabrielli; musiche: Rosario Di Bella; montaggio: Silvano Rocchi e Armando Ianniello; produzione RAI: Veronica Vetrulli, s.l., De Agostini Editore, 2009, SBN IT\ICCU\DDS\1460309. 1 DVD (50 min.) Azione dal vivo, Colore, Suono sul supporto, Stereofonico, Digitale, 625 PAL.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]